“Prima i nonni”: online “Modena Comune” di marzo

48

Spazio anche al Bilancio dell’ente, mentre il Qr in copertina rimanda alle iniziative per il 150° del Museo civico. Il mensile, in distribuzione, si può già leggere e scaricare dal sito web

MODENA – “Prima i nonni” è il titolo di copertina del numero di marzo di “Modena Comune”, il mensile dell’Amministrazione, che dedica l’immagine principale alla campagna di vaccinazione che in questa fase iniziale sta riguardando soprattutto gli anziani. Nel periodico in distribuzione in questi giorni, già online e leggibile sul sito web del Comune in sala stampa (www.comune.modena.it/salastampa), infatti, ampio spazio è dedicato al contrasto al Coronavirus e alla sanità, a partire dai cicli vaccinali in corso in queste settimane riservati alle persone con più di 80 anni (da oggi, 1 marzo, possono prenotarsi i nati dal 1937 al 1941) e al personale scolastico, per arrivare al sostegno economico alle famiglie in difficoltà a causa degli effetti del Covid e al percorso che porterà alla nascita dell’Hospice territoriale a Baggiovara, al cui progetto è dedicato un video che si può visionare grazie a un codice Qr, attivabile inquadrandolo con smartphone e tablet, che rimanda al filmato. Sempre in copertina è presente un altro codice Qr, che “ospita” un link per le pagine web con gli approfondimenti e le iniziative per il 150° del Museo civico.

Tra i vari argomenti affrontati dal giornale, si possono trovare gli approfondimenti incentrati sul Bilancio dell’ente, presentato la settimana scorsa in Consiglio comunale e il cui iter terminerà il 25 marzo, quando l’Assemblea dovrà votare la manovra finanziaria; e sulla riorganizzazione dei poli dei Servizi sociali sul territorio. Inoltre, tra i temi di attualità un focus riguarda le iscrizioni ai Nidi d’infanzia, disponibili da giovedì 4 marzo.

Nelle pagine di cultura si parla, tra i diversi temi, anche della co-intitolazione del Teatro comunale a Mirella Freni, il cui nome sarà al fianco di Luciano Pavarotti anche nella “casa della lirica” cittadina, dopo l’avvio dell’apposito percorso istituzionale proprio a un anno dalla scomparsa della cantante; e del programma di appuntamenti di Ago Modena – Fabbriche culturali.

Tra gli argomenti delle pagine dedicate al Consiglio comunale, si dà conto anche dell’approvazione del Paesc, il documento per l’energia sostenibile e il clima che fissa come obiettivo la riduzione del 55% entro il 2030 delle emissioni di anidride carbonica; e del nuovo regolamento comunale per accedere alle Case residenze anziani e ai Centri Diurni. Il documento, su cui in aula si è sviluppato un acceso dibattito, mira a bilanciare aspetti economici e assistenziali.

Infine, nelle pagine dedicate agli appuntamenti si anticipa il programma per la Festa della donna, che, tra le varie iniziative in previsione della ricorrenza dell’8 marzo, vedrà l’intitolazione a Renata Bergonzoni della sala conferenze della Casa delle donne di Villa Ombrosa e la rappresentazione, alla biblioteca Delfini, l’opera di Marco Santagata sulla Divina Commedia in “rosa”.