Porta a porta: i bidoncini sono regolari e assicurati

7

RAVENNA – In merito ai quesiti circa la responsabilità civile degli utenti nell’utilizzo dei contenitori individuali per la raccolta domiciliare, i cosiddetti bidoncini, Hera desidera ribadire che essi rientrano nel ciclo dell’attività di raccolta, che è coperta da apposita polizza assicurativa.

Pertanto, fintanto che essi siano utilizzati in modo conforme al loro scopo, alle prescritte modalità e con prudenza e diligenza, gli eventuali danni causati a terzi da tali attrezzature, o alle attrezzature stesse, non possono essere imputati agli utenti.

Rispettare gli orari e i tempi di esposizione indicati e seguire le istruzioni circa la collocazione dei bidoncini, peraltro, non solo mette gli utenti al riparo da eventuali – sebbene mai accaduti, nell’intero territorio servito da Hera con il medesimo sistema – addebiti di responsabilità, ma soprattutto è di enorme aiuto per il rispetto del decoro urbano.

Giova anche ricordare che l’adozione del porta a porta rientra tra le misure previste dalla concessione per la gestione dei rifiuti urbani e assimilati nel bacino territoriale di Ravenna, che Hera si è aggiudicata in un raggruppamento temporaneo di imprese e che le caratteristiche di tutte le attrezzature sono conformi a quanto previsto in sede di gara e coerenti con i regolamenti comunali dei Comuni coinvolti.