Porpora un film di Roberto Cannavò il 12 gennaio al Cinema Lumière di Bologna

149

Un viaggio on the road nell’avventura umana di Porpora Marcasciano, che ha vissuto da protagonista i movimenti femministi, comunisti e trans dagli anni Settanta ad oggi. Alla proiezione parteciperanno Porpora Marcasciano e i produttori Marilisa Murgia e Vittorio Martone

BOLOGNA – Per chi avesse perso Porpora il film documentario di Roberto Cannavò sulla storica attivista trans e scrittrice italiana, presentato in anteprima assoluta all’ultimo Divergenti – Festival Internazionale di Cinema Trans, lo può vedere mercoledì 12 gennaio (ore 20.15) al Cinema Lumiére di Bologna quando sarà proiettato alla presenza della stessa protagonista Porpora Marcasciano e dei produttori Marilisa Murgia e Vittorio Martone.

Porpora è un viaggio on the road nell’avventura umana di Porpora Marcasciano, storica attivista, scrittrice e fondatrice del MIT (Movimento Identità Trans) che ha vissuto da protagonista i movimenti femministi, comunisti e trans dagli anni Settanta ad oggi. In un viaggio da Bologna al sud, verso il suo paese natale, ripercorre con Vittorio (il produttore Vittorio Martone), un compagno di viaggio più giovane, un’esperienza di battaglie che durano ancora oggi. Dall’esplosione del ’77 alle notti folli di Roma fino all’impegno politico, Porpora racconta a una nuova generazione quanto l’individualità produca cambiamento sociale solo fondendosi e realizzandosi nella molteplicità.

Porpora nasce come racconto di una figura storica del movimentismo italiano, trasversale, capace di partecipare a una varietà di movimenti (quelli femministi, comunisti, LGBTQI) contribuendo con la sua unica personalità al loro arricchimento. Ma il viaggio nasce anche per mostrare quanto sia fondamentale ancora oggi questa sua esperienza. Da qui la scelta di affiancare a Porpora un compagno di viaggio che ne potesse raccogliere la testimonianza, come tramite per un pubblico anche esterno alla comunità LGBTQI, e il progetto di una produzione affiancata dalle associazioni protagoniste delle istanze rappresentate da Porpora Marcasciano.

Così le numerose sigle che hanno sostenuto il progetto diventano protagoniste di un’azione sociale attraverso il cinema (Arci Bologna, Atn – Associazione Trans Napoli, Cassero lgbtq center, Circolo Mario Mieli, Comune di Napoli, Dedalus, Mit – Movimento Identità Trans, Onig – Osservatorio Nazionale sull’Identità di Genere). Al loro fianco il fondamentale sostegno delle istituzioni, che con il loro contributo hanno reso possibile la realizzazione del film: Comune di Bologna, Regione Emilia-Romagna, Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, Fondazione Carisbo, Uisp Emilia-Romagna.

Per le prossime proiezioni, consultare la pagina Facebook del film:

https://www.facebook.com/PorporaIlFilm