Polizia Locale: fermate e denunciate alcune persone in evidente stato di ebrezza

9
Polizia Locale Parma

PARMA – Polizia Locale in campo sabato 16 settembre, in diverse zone della città. Un uomo si è sdraiato in strada e, a fatica, è stato ricondotto alla ragionevolezza, altri due sono stati denunciati per stato di manifesta ubriachezza.

Gli agenti, impegnati in diversi interventi di contrasto a situazioni di degrado per uso di sostanze stupefacenti o abuso di alcol, alle 12.45 sono intervenuti a seguito della segnalazione di un presunto investimento di un pedone. Sul posto hanno constato che si trattava della richiesta di aiuto da parte di un automobilista fermo in strada davanti ad un uomo che si era sdraiato sulla carreggiata. Gli agenti hanno rilevato che si trattava di un soggetto con disagio sociale, in carico alle competenti autorità sanitarie.  Era in stato di alterazione e manifestava comportamenti ostili anche nei confronti degli agenti che hanno impiegato diverso tempo per riportarlo alla ragionevolezza e identificarlo,  grazie anche al coordinamento con il personale sanitario.

Erano le 17.15, circa, quando una pattuglia di Pronto Intervento ha intercettato un trentenne straniero, in stato confusionale, che metteva in pericolo sé ed altri, camminando in mezzo alla strada, durante il transito dei veicoli. L’uomo, in evidente stato di ebrezza, ha rifiutato le cure del 118. È stato, quindi, accompagnato al comando di via del Taglio per essere identificato. È risultato destinatario di un decreto di espulsione del Questore di Parma del maggio 2022. Siccome aveva fornito false generalità, è stato deferito all’autorità giudiziaria in stato di libertà. Al trentenne è stata inoltre contestata l’ubriachezza manifesta ai sensi del codice penale, con relativo ordine di allontanamento dal centro, propedeutico all’emanazione, in caso di violazione, del daspo urbano.

Alle ore 19.30 altro intervento per ubriachezza molesta: due pattuglie della Proiezione esterna sono state inviate dalla Centrale Operativa in strada della Repubblica dove un giovane stava dando in escandescenza e rifiutava di fornire le proprie generalità. Con l’ausilio delle volanti della Polizia di Stato l’uomo, un italiano, è stato accompagnato in Questura dove è stato denunciato per violazione dell’art. 651 codice penale; a suo carico è stato anche elevato un verbale per manifesta ubriachezza con conseguente ordine di allontanamento. Dato il suo evidente stato alterazione, per precauzione il ragazzo è stato fatto visitare da personale medico. Anche in questo caso il coordinamento con il personale sanitario è stato fondamentale.