PNRR, Ferrara candida nove chilometri di piste ciclabili da realizzare entro il 2026

30

Il vicesindaco Lodi: “Progetto dedicato agli studenti”

FERRARA – Oltre 2,4 milioni di euro per realizzare nove chilometri di nuove piste o percorsi ciclabili in città. Il Comune di Ferrara si è candidato al bando per il rafforzamento della mobilità ciclistica urbana per ottenere il finanziamento dal Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili, sulla base del Decreto 509 del 2021 nell’ambito della misura M2C2 del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR).

“La candidatura della nostra città a questo bando del Pnrr ha due significati: da un lato vogliamo incentivare la mobilità sostenibile come già facciamo attraverso tanti altri livelli di progettazione viaria e urbanistica, ma dall’altro – ed è questo l’aspetto innovativo del bando Pnrr – vogliamo costruire un servizio dedicato in particolare agli studenti che risiedono a Ferrara o che frequentano l’Ateneo da pendolari. L’idea è quella di creare percorsi sicuri e facilitati per l’uso delle due ruote collegando le sedi universitarie ai punti di trasporto intermodale o ai luoghi di maggiore interesse per i giovani universitari. Si tratta, in sostanza, di far crescere Ferrara come città universitaria rendendola ancora più accogliente, ben servita e sicura – spiega Nicola Lodi, vicesindaco del Comune di Ferrara e assessore alla Mobilità -. I giovani sono particolarmente sensibili ai temi ambientali e fornire loro una viabilità sicura e dedicata alla mobilità sostenibile è un valore aggiunto. Il Pnrr ci offre questa possibilità e abbiamo deciso di coglierla per integrare le tante piste già esistenti e completare veri e propri circuiti a misura di studente. Anche questo è un modo per incentivare sempre più l’uso delle due ruote”.

Obiettivo dei finanziamenti ministeriali è infatti l’ampliamento della rete ciclabile nelle città che ospitano le principali Università del Paese, tramite la costruzione di chilometri aggiuntivi di ciclovie, per collegare le sedi universitarie ai nodi ferroviari.

Nove i percorsi urbani che l’Amministrazione comunale ha deciso di candidare per accedere così all’utilizzo delle risorse ministeriali previste per il territorio. Questo l’elenco dei percorsi ciclabili: viale Orlando Furioso (723 metri di lunghezza), via Bologna (636 metri), corso Biagio Rossetti – corso Porta Mare (5.557 metri), via Montebello (2.018 metri), via Mortara (2.446 metri), corso Giovecca (3.201 metri), zona di via dello Zucchero – via Verga (1.753 metri), via Veneziani (2.381 metri) e via Ponchielli (998 metri), per un totale di oltre 9 chilometri di interventi complessivi ipotizzabili, dai quali saranno estrapolati le due tranche di 3 km per il 2023 e gli altri 6 entro il 2026.

La rete ciclabile cittadina attualmente si estende già su circa 180 km di piste che verranno implementati e completati dai nuovi progetti. Parte dei nuovi percorsi costituiranno la ricucitura di reti ciclabili esistenti e, insieme ai nuovi tratti, andranno ad agevolare e promuovere una maggiore fruibilità della rete viaria. La partecipazione al bando ha come obiettivo rafforzare il principio dell’utilizzo della bicicletta come mezzo per gli spostamenti in città e, in particolare, incentivare l’uso della bicicletta da parte degli studenti che frequentano l’Ateneo e risiedono in città o si trovano a Ferrara come pendolari.