Piazza Cortevecchia, riapre ufficialmente uno spazio riprogettato e riqualificato

25

Giovedì 23 maggio 2024 alle 11 momento inaugurale in piazza Cortevecchia

FERRARA – Giovedì 23 maggio 2024 alle 11, avrà luogo l’inaugurazione ufficiale di Piazza Cortevecchia, a conclusione dei lavori di riprogettazione e riqualificazione secondo criteri rispettosi dell’ambiente.

All’iniziativa inaugurale interverranno il Sindaco di Ferrara, l’Assessore comunale all’Ambiente, Rapporti con l’Università e Progetti Europei, i progettisti dello Studio di architettura INOUT, Studio agronomico AR.ES., il dirigente comunale del Servizio Infrastrutture e pianificazione mobilità Olga Mantovani.

Il processo di trasformazione di piazza Cortevecchia, da distesa di asfalto a polmone verde, ha visto nel giugno 2022 la partecipazione dei cittadini alla scelta del progetto definitivo. Nelle intenzioni dell’Amministrazione comunale è il primo di una serie di spazi verdi che potrebbero svilupparsi nel centro storico, una trasformazione ‘green’ per Ferrara, che darà la possibilità alla piazza di essere frequentata anche nei mesi estivi, grazie alla piantumazione di 16 platani ad alto fusto, che garantiranno un’ombreggiatura gradevole e ridurranno il fenomeno dell’isola di calore all’interno della piazza. E’ stata inoltre utilizzata una tecnologia innovativa chiamata Permavoid che serve a convogliare l’acqua piovana dai pluviali dei palazzi circostanti alle piante, attraverso contenitori appositamente creati sotto la piazza. L’idea dell’architetto Mario Assisi ha trasformato la piazza in uno spazio verde, con l’obiettivo di sostenibilità ambientale e di riduzione dell’impermeabilizzazione delle superfici. Le opere non si limitano alla parte estetica, ma comprendono anche l’installazione di un’isola ecologica (raccolta differenziata rifiuti), bagni pubblici e panchine smart con possibilità di ricarica per i dispositivi elettronici. Dal punto di vista archeologico, le indagini hanno permesso di scoprire importanti reperti che raccontano la storia dell’area fino al XVI secolo.