Parma, inaugurata la Papa 11

26

Nuova ambulanza per la città, dono del signor Tiziano Barbieri

PARMA – Mercoledì 10 giugno l’Assistenza Pubblica di Parma ha inaugurato ufficialmente una nuova ambulanza, ottenuta grazie al lascito testamentario di Tiziano Barbieri. Questo ha permesso all’Associazione di ampliare il proprio parco mezzi. Alla cerimonia erano presenti il Presidente dell’Assistenza Pubblica Parma, Luca Bellingeri, il Comandante del Corpo Militi, Filippo Mordacci, l’erede di Tiziano Barbieri, Mario Scolari.

Un gesto di enorme generosità, spontaneo e commovente, quello del defunto Tiziano, un uomo da sempre vicino al mondo del volontariato, che ha voluto destinare una parte della sua eredità per dotare la Pubblica di una nuova ambulanza modernamente attrezzata. Si tratta della nuova Papa 11, che, in questi ultimi terribili mesi, era già entrata in funzione, avendo estremo bisogno di ambulanze per affrontare l’emergenza sanitaria.

« Sono veramente lieto di aver esaudito la volontà del mio caro amico – dichiara Mario Scolari, erede di Tiziano –. Era una persona estremamente riservata, ma molto sensibile ai bisogni delle persone. Desiderava lasciare un segno a favore di chi si mette quotidianamente al servizio degli altri, come fate voi della Pubblica».

«Questo è un gesto davvero importante – spiega Luca Bellingeri, Presidente di Assistenza Pubblica Parma –, è la testimonianza diretta e concreta che qualcuno ha scelto di credere nell’Associazione e nei suoi valori. È grazie ad azioni come queste se la Pubblica, e i suoi volontari, possono svolgere la propria attività nel migliore dei modi, con mezzi di ultima generazione e una strumentazione più sicura. Le inaugurazioni di mezzi sono per noi dei traguardi importanti, poiché ci sostengono anche dal punto di vista morale».

«In un momento così difficile per la Pubblica – afferma Filippo Mordacci, Comandante Corpo militi AP è stato importantissimo ricevere un regalo come questo. La Papa 11, infatti, è un mezzo tecnologicamente avanzato, che permetterà ai nostri militi di svolgere ancora meglio il proprio operato. Per la nostra Associazione questa inaugurazione è stata motivo di gioia e orgoglio, siamo davvero felici di poterci migliorare anche grazie alla generosità dei nostri cittadini».

***