Parco Murri, acquistate le telecamere per la videosorveglianza

6

Domani gli interventi di perimetrazione degli edifici in disuso presenti nell’area

palazzo del municipio RiminiRIMINI – Sono nove le telecamere acquistate dall’Amministrazione comunale per la videosorveglianza del Parco Murri, l’area verde a due passi dal mare a Rimini sud, al centro di un importante progetto di riqualificazione che punta a fare della zona un’open space da vivere in sicurezza. L’impianto, che prevede una spesa di 25mila euro, comprende 9 telecamere (4 Speed Dome e 5 360° panoramiche multi sensore), con relativi accessori (4 switch e 4 router) e software. L’obiettivo è quello di procedere all’installazione delle telecamere non appena saranno fornite all’Amministrazione, posizionandole nei punti già individuati a seguito dei sopralluoghi dei tecnici comunali, per essere operative nel corso dell’estate. L’impianto di videosorveglianza consentirà di innalzare il livello di sicurezza dell’area, su cui si è già intervenuti attraverso l’implementazione dell’illuminazione.

Sempre nell’ambito del progetto di riqualificazione del Parco, prenderanno il via domani i lavori per la perimetrazione e la messa in sicurezza degli edifici in disuso presenti all’interno dell’area. Prosegue dunque il percorso del progetto “Murri Open space”, il piano di interventi che il Comune vuole mettere in campo per rendere più attrattiva e viva un’area verde centrale della marina riminese. Oltre a completare i lavori di sistemazione e manutenzione, si andrà ad arricchire di funzioni il Parco, promuovendo l’attività sportiva e l’organizzazione di eventi artistici, culturali e di intrattenimento, in sinergia con i comitati della zona. Nei giorni scorsi è stato pubblicato l’avviso pubblico rivolto alle associazioni sportive, che si potranno candidare per poter svolgere durante tutta l’estate corsi e iniziative motorie, eventi e per la promozione del benessere psico-fisico della persona in un’area dedicata del Parco.