Paesaggio e spiritualità, il cammino Mater Dei è pronto, rinnovato, per accogliere visitatori lungo le sue 7 tappe

546

Domenica 9 maggio una speciale inaugurazione

BOLOGNA – Nuove tappe e nuovi punti di interesse sono pronti ad accogliere i camminatori lungo il tracciato della Via Mater Dei: 157 Km, 7 suggestive tappe da Bologna a Riola, sforando in Toscana nella 5a tappa (località Bruscoli del Comune di Firenzuola), per poi rientrare nel bolognese a Castiglione dei Pepoli, località Barigazza.

L’avvio ufficiale della “nuova” Via Mater Dei, sarà dato durante una conferenza stampa itinerante

domenica 9 maggio alle ore 9.
Appuntamento davanti all’Arcivescovado di Bologna (via Altabella) per proseguire verso
la tappa iniziale del Cammino, nella Chiesa di Santa Maria della Vita (via Clavature)

All’interno della Chiesa di Santa Maria della Vita il musicista Carlo Maver si esibirà assieme al violoncellista Giuseppe Franchellucci (evento solo per i giornalisti)

Alla conferenza stampa itinerante interverranno:

Card. Matteo Zuppi, Arcivescovo di Bologna
Matteo Lepore, presidente di Destinazione turistica Bologna metropolitana
Andrea Babbi, presidente dell’Associazione Mater Dei
Michele Boschi, responsabile Area tecnica Foiatonda

A suggellare l’importanza per le comunità toccate dal Cammino saranno presenti i rappresentanti dei Comuni: Giuseppe Argentieri sindaco di Vergato, Silvia Benaglia assessora alla Cultura Comune di Pianoro, Gianpaolo Butti sindaco di Fiorenzuola, Maurizio Fabbri sindaco di Castiglione dei Pepoli e presidente Unione Appennino Bolognese, Ivan Mantovani sindaco di Monterenzio, Marco Masinara sindaco di Camugnano, Fabrizio Morganti sindaco di Loiano, Barbara Panzacchi sindaca di Monghidoro e presidente Unione Savena Idice, Franco Rubini sindaco di Grizzana Morandi, Alessandro Santoni sindaco di San Benedetto Val di Sambro.

Il Cammino Via Mater Dei è un progetto dell’Associazione Mater Dei e Arcidiocesi di Bologna, sostenuto da Destinazione turistica Bologna metropolitana, Unione Appennino Bolognese, Unione Savena Idice e attuato da Cooperativa di comunità Foiatonda.

In contemporanea con Bologna sempre alle ore 9 di domenica 9 maggio partiranno verso i santuari gruppi autonomi di circa 20 persone e anche di ciclisti.

In alcuni di questi santuari si terrà un evento musicale e precisamente:

Rastignano Altare Mater Pacis: musicisti Samuele Pini e Brenda Di Mecola

Santuario Madonna dei Boschi Monghidoro: coro E Bene Venga Maggio

Chiesa di Qualto: Coro Farthan

Santuario di Montovolo: musicisti Claudio Carboni, Riccardo Tesi, Maurizio Geri

“Il cammino della Via Mater Dei è di riscoperta dei territori straordinari del nostro appennino e della sua gente appassionata -dichiara don Massimo Vacchetti, responsabile dell’Ufficio Sport e Turismo della Chiesa di Bologna-. È un cammino di incontro tra storia e devozione, tradizione e arte ma è soprattutto un percorso spirituale in cui poter trovare sé stessi nella familiarità con la Madonna”.

“Mater Dei è un cammino che permette di visitare luoghi straordinari del nostro Appennino in maniera responsabile, attraverso un turismo lento – dichiara Matteo Lepore, presidente di Destinazione turistica Bologna metropolitana -. Rinnovato nel percorso e nelle tappe, offrirà un’esperienza unica, tra luoghi d’arte e natura, dimostrando ancora una volta come il nostro territorio sia tutto da scoprire. La forza di questo cammino è data anche dalla collaborazione di un territorio unito, che continua a lavorare insieme attraverso la collaborazione di tanti soggetti, che per questo ringrazio: la Curia Arcidiocesi di Bologna, le Unioni dell’Appennino Bolognese e Savena Idice, l’associazione Via Mater Dei, la Cooperativa di Comunità Foiatonda e il CAI di Bologna”.

“Siamo solo al secondo anno ma Via Mater Dei è già cresciuta – dichiara Andrea Babbi, presidente dell’Associazione Mater Dei –, tanto da essere ormai il prossimo 19esimo cammino ufficiale della Regione. A piedi o in bicicletta i Santuari delle nostre colline richiamano pellegrini e viandanti bolognesi e anche forestieri, abbiamo valorizzato spazi in disuso, canoniche, case per ferie, valorizzato l’economia locale, fatto scoprire un bel mondo vicino a casa. In ogni tappa la possibilità di un ritiro spirituale e di incontri significativi con chi “regge” questi luoghi dell’anima”.

Via Mater Dei: migliorato il tracciato con una tappa in più

Il tracciato del cammino Mater Dei, che pur mantiene in gran parte la percorrenza originale, è stato oggetto di un restyling che lo rende più agevole per i camminatori e propone maggiori servizi e punti di interesse.

Queste modifiche hanno coinvolto anche il Comune di Monterenzio, allargando il territorio delle municipalità attraversate e dunque arricchendolo di una tappa in più rispetto al passato.

Le migliorie alla Via Mater Dei, messe in campo dopo aver ascoltato i diversi suggerimenti pervenuti dai frequentatori, si devono al lavoro congiunto dell’Unione dei Comuni dell’Appennino Bolognese, dell’Unione Savena Idice, dell’Associazione Via Mater Dei, della Destinazione turistica Bologna metropolitana e della Cooperativa di Comunità Foiatonda, con l’aiuto di tantissime realtà locali.

Mater Dei, così rinnovata, è pronta per essere presentata agli escursionisti che desiderano immergersi nella spiritualità e nella bellezza delle montagne bolognesi, attraverso diversi eventi promozionali annunciati per la prossima primavera, nel rispetto dei protocolli vigenti correlati alla situazione pandemica, comprendenti anche la nuova cartoguida.

La nuova cartoguida

Per il rilancio del cammino è pronta anche la nuova versione della cartoguida Mater Dei. Contiene una mappa, in scala 1:25000, con il nuovo tracciato dettagliato, l’indicazione di tappa e dei punti di interesse lungo e in prossimità del cammino stesso, oltre alle tracce di tutti i sentieri CAI presenti nell’archivio cartografico regionale. La guida, in formato tascabile 12,5 x 17,5 cm circa, contiene una descrizione generale del cammino, tutte le note tecniche tappa per tappa (lunghezza, altimetria, durata stimata), oltre a una breve descrizione dei punti di interesse. Attenzione particolare è chiaramente dedicata ai 10 santuari mariani che fungono da riferimento per il cammino.

La Cartoguida è in vendita a 12 Euro a eXtraBo, a Petroniana Viaggi e in tutti gli uffici di informazione turistica dell’aria metropolitana di Bologna, oltre che in librerie e negozi specializzati. E’ possibile acquistarla anche online direttamente dall’editore DREAM ITALIA http://www.dream-italia.it/ambiti/gestione-sostenibile-ambienti-naturali-e-fauna/cartografia-turismo-e-territorio/i-servizi/ oppure si può richiedere alla Cooperativa di comunità Foiatonda info@foiatonda.it

Questo lo schema del tracciato:

La Via Mater Dei

La Via Mater Dei è il cammino che unisce alcuni fra i principali santuari mariani del Bolognese, attraverso molte aree di interesse storico, naturalistico e culturale dell’Appennino. Un percorso di circa 157 km divisi in 7 tappe, alternando crinali e vallate.
Dal cuore della città, un itinerario in cui si fondono spiritualità, cultura, tradizione e bellezza del territorio: un cammino di grande impatto emotivo per ritrovare serenità e armonia con la natura.

Tappe:

Bologna – Rastignano

Da Vedere: Chiesa di Santa Maria della Vita, Basilica di San Luca, Monte Paderno e Forte Bandiera

Rastignano – Zena/Pianoro

Da Vedere: Altare Mater Pacis, Via del Fantini, Gorgognano

Zena/Pianoro – Loiano

Da Vedere: Santuario del Monte delle Formiche, Area Archeologica di Monte Bibele

Loiano – Madonna dei Fornelli

Da Vedere: Osservatorio Astronomico di Loiano, Santuario di Campeggio, Santuario di Madonna dei Boschi, Santuario di Piamaggio e Lago di Castel dell’Alpi

Madonna dei Fornelli – Baragazza

Da Vedere: Santuario della Madonna della Neve, Borgo di Qualto, Bruscoli, Santuario di Boccadirio

Baragazza – Ripoli

Da Vedere: Castiglione dei Pepoli, Monte Catarelto, Lagaro, Santuario Madonna della Serra

Ripoli – Riola

Da Vedere: Santuario Beata Vergine di Montovolo, Borgo La Scola, Rocchetta Mattei, Chiesa Santa Maria Assunta di Riola

La guida contiene inoltre Consigli per un buon cammino e l’elenco delle strutture ricettive lungo il cammino.