OaSi, OaSi! Spazi verdi in città Par Tòt: domenica 27 maggio 2018 bambini e ragazzi pronti a sfilare in parata come una carovana del deserto

BOLOGNA – Domenica 27 maggio 2018 torna in città la terza edizione della Par Tòt Parata che vede come artisti protagonisti i giovanissimi under 15.

Promossa dalle associazioni culturali Oltre… e Il Giardino del Guasto, in collaborazione con Porto15 e Fondazione Villa Ghigi, OaSi,OaSi! Spazi verdi in città Par Tòt è l’allegra sfilata cittadina che conclude e rende visibile le attività di arti performative e artigianato sperimentate all’interno degli oltre 30 laboratori creativi gratuiti organizzati per bambini/e e ragazzi/e in età educativa accompagnati da familiari, “dade”, amici grandi, insegnanti o educatori.

L’edizione 2018 è ispirata all’immaginario delle oasi del deserto abitate da cammelli e dromedari, intese come spazi verdi da scovare e valorizzare tra gli edifici e l’asfalto della città, perché vitali e indispensabili ai suoi abitanti per rigenerarsi.

Il 27 maggio la parata partirà dal Parco di Villa Ghigi, un’oasi collinare di quasi 30 ettari situata poco fuori Porta San Mamolo: l’appuntamento è alle 15 per un pic nic sul prato, i preparativi e la formazione dei gruppi in parata; intorno alle 17 è prevista la partenza ufficiale in direzione via San Mamolo. Dopo l’attraversamento di viale Panzacchi, verranno percorse le vie D’Azeglio e Marsili per arrivare alle 19 circa in piazza San Domenico, dove avranno luogo la chiusura della parata e i saluti dei partecipanti.

Per il pic nic nella verde oasi del Parco, prima della partenza, ognuno porterà qualcosa da mangiare e condividere, il proprio bicchiere da riutilizzare e un sacchetto dei rifiuti per ridurre al minimo l’impatto ambientale. Per raggiungere il Parco di Villa Ghigi, il giorno della parata, sarà disponibile uno speciale servizio navetta per bambini fino a 6 anni dal parcheggio della S.S. Annunziata (all’inizio di via San Mamolo) alle ore 15 e alle 17 circa. In alternativa è possibile prendere il bus TPER linea 29, mentre in macchina è consigliato parcheggiare in via Codivilla, nei pressi dell’Ospedale Rizzoli. A piedi è possibile seguire il sentiero CAI numero 904 da via dell’Osservanza (caratterizzato dal segnavia rosso e bianco).

Condotti da artisti, artigiani, educatori, studiosi e volontari, i laboratori hanno coinvolto direttamente numerose associazioni, realtà educative e “oasi” del territorio, spaziando dal canto, danza e musica alla clowneria, giocoleria e fotografia, passando per la creazione artigianale di costumi, gioielli, origami, burattini, amache e festoni, ma anche esplorazioni naturalistiche nel verde di Villa Ghigi e l’installazione all’interno del Giardino del Guasto di Dario (il dromedario) e Mello (il cammello).

Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare! Che abbia preso parte o meno ai laboratori, l’unico requisito richiesto è il rispetto degli altri e del territorio. La partecipazione alla parata, come ai laboratori, è completamente gratuita: “par tòt” in dialetto bolognese significa “per tutti”.