Nuovo ponte sul Secchia al “Passo dell’Uccellino”

68

Via libera del Consiglio alla convenzione del Comune di Modena con Provincia e Comune di Soliera per la realizzazione dell’opera e per il miglioramento di strada Morello

Municipio-Comune-ModenaMODENA – Sul fiume Secchia, in località “Passo dell’Uccellino”, sarà costruito un nuovo ponte provvisionale per creare un doppio senso di marcia, anche con l’adeguamento della struttura attuale e verranno realizzate opere stradali di miglioramento su strada Morello. Per realizzare l’opera, che entrerà in funzione nel 2023, il Comune di Modena stipulerà una convenzione con la Provincia e con il Comune di Soliera per definire i rapporti giuridici, economici e tecnici dei diversi soggetti.

Il progetto ha ottenuto il via libera del Consiglio comunale che venerdì 4 dicembre ha approvato all’unanimità la bozza di convenzione, illustrata dall’assessore ai Lavori Pubblici Andrea Bosi sottolineando che si tratta “di una delibera per certi versi storica”.

“La questione che si ha l’obiettivo di risolvere, infatti, da decenni causa problemi di congestione del traffico – ha spiegato Bosi – perché l’attuale ponte dell’Uccellino, pur molto utilizzato, è percorribile a senso unico alternato ed è quindi inadeguato sotto il profilo stradale. L’inadeguatezza si rileva anche sotto il profilo idraulico, con la necessità di chiusura in caso di ogni piena del Secchia. Per questa ragione – ha aggiunto l’assessore – l’intervento sarà finanziato dall’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile dell’Emilia Romagna, che ha messo a disposizione un contributo di 3 milioni di euro per la soluzione dell’interferenza idraulica costituita dall’infrastruttura”.

L’opera che sarà realizzata avrà quindi anche l’obiettivo di migliorare il collegamento tra strada Canaletto (statale 12) e strada Nazionale per Carpi (provinciale 413) e di intercettare e convogliare i volumi di traffico in direzione est-ovest da e per l’Autostrada del Brennero e Carpi, a monte della tangenziale di Modena, così da decongestionare la sua intersezione con strada Nazionale per Carpi.

A fianco dell’attuale ponte bailey verrà quindi realizzato un ulteriore ponte bailey per dividere i due sensi di marcia: entrambi saranno collocati a idonea quota di sicurezza rispetto al livello di piena stabilità dall’Autorità di bacino. Il miglioramento di strada Morello consisterà prevalentemente nella predisposizione di idonee piazzole di interscambio e nel miglioramento degli attuali incroci con via di Villanova e via Serrasina.

Sulla base della convenzione, il Comune di Modena sarà il soggetto attuatore, vista la propria prevalenza territoriale sulle opere oggetto di intervento, e provvederà all’aggiornamento dei propri strumenti urbanistici, all’iter autorizzativo del progetto esecutivo dell’opera, che verrà predisposto dalla Provincia di Modena, all’acquisizione delle aree necessarie (comprese quelle ricadenti nel territorio del Comune di Soliera), all’appalto dei lavori, alla loro realizzazione e al loro collaudo. Il Comune di Soliera, a sua volta, provvederà all’aggiornamento dei propri strumenti urbanistici.

Le risorse messe a disposizione dall’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile dell’Emilia Romagna saranno introitate dal Comune di Modena, che provvederà a corrispondere alla Provincia il rimborso delle spese sostenute per la redazione del progetto esecutivo e per prove sui materiali per un totale massimo di 97 mila euro.

Sul tema è intervenuta la consigliera Lucia Connola (Pd): “Questa opera è tra le più attese del territorio e rappresenta un ammodernamento per la sicurezza stradale e idraulica. Ci sarà un beneficio anche per le imprese della zona che, grazie alla migliore accessibilità, ne guadagneranno in termini di competitività”.

In sede di dichiarazione di voto, Giovanni Bertoldi (Lega Modena) ha detto che “l’inadeguatezza del ponte causa tanti disagi, soprattutto quando viene chiuso in occasione dell’innalzamento dei livelli del fiume Secchia. È un problema noto, bene che venga risolto, ma si doveva intervenire prima”.

Walter Stella (Sinistra per Modena) ha osservato che “l’infrastruttura completa ulteriormente gli interventi nell’area, in cui sono previste anche due nuove rotatorie all’altezza del ponte dell’Uccellino e in via delle Nazioni. Ci auguriamo che gli interventi possano iniziare quanto prima”.