Nuovo Ospedale di Carpi, siglato il protocollo d’intesa tra Azienda USL e Comune

39

Via allo studio di fattibilità

MODENA – Un altro, determinante passo nel percorso che porterà alla realizzazione del nuovo Ospedale di Carpi. Lo hanno compiuto Azienda USL di Modena e Comune di Carpi, siglando un protocollo d’intesa che sancisce l’ingresso nella fase nevralgica della progettazione del futuro polo ospedaliero.

Progettazione che sarà graduale, a cominciare dallo studio di fattibilità: nel documento di cooperazione istituzionale firmato dalle due istituzioni, infatti, è previsto l’impegno dell’Ausl a redigere uno studio di fattibilità che consenta di individuare con maggior precisione l’area in cui insisterà il nuovo edificio. Ciò permetterà agli uffici comunali di avviare le procedure necessarie ad adottare la variante urbanistica relativa all’area individuata in sede di Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria (CTSS). Obiettivo di AUSL e Comune è di arrivare al completamento dello studio di fattibilità entro marzo 2021.

Successivamente, si procederà all’acquisizione delle aree tramite procedura espropriativa adottata dal Comune per conto dell’Ausl, che si farà carico poi dei relativi indennizzi. Grazie alla collaborazione avviata con Cassa depositi e Prestiti (CdP), che fornirà supporto nelle fasi di sviluppo dell’opera, da quella preliminare sino all’avvio dei cantieri secondo uno specifico protocollo d’intesa, sarà infine predisposta la procedura di gara per individuare il soggetto che si occuperà della realizzazione della struttura.

Sul fronte dei finanziamenti, che a oggi ammontano a 67 milioni di euro (di cui 57 assegnati dal CIPE, Comitato interministeriale per lo sviluppo economico, 3 da fondi della Regione Emilia-Romagna e 7 da finanziamenti ex comma 14 art. 1 legge 160/2001), l’Azienda sanitaria continuerà ad attivarsi per reperire i fondi necessari tramite l’accesso a finanziamenti statali, regionali o pubblici in genere.

Il nostro territorio necessita di un nuovo ospedale – afferma Alberto Bellelli, Sindaco di Carpi –. La Regione ha compreso questa esigenza e ha finanziato questo progetto. Con il protocollo sottoscritto tra Comune e Ausl si fa un altro passo verso la sua realizzazione. Sono contento che oggi il dibattito si è spostato dal “non si farà mai” sul luogo dove sarà realizzato. Il mio impegno è massimo perché il nuovo Ospedale sia realizzato in tempi rapidi”.

La collaborazione con il Comune di Carpi è fondamentale nel percorso che porterà alla realizzazione del nuovo ospedale – sottolinea Antonio Brambilla, Direttore Generale dell’Azienda USL di Modena –, così come fondamentale è il dialogo con altre rappresentanze della società civile: l’anno scorso avevamo dato avvio a una serie di incontri con le associazioni di volontariato e con i professionisti dell’ospedale per raccogliere proposte e suggerimenti in merito ai servizi che il nuovo polo sanitario dovrà offrire, poi l’emergenza Covid ne ha purtroppo causato la sospensione. L’intenzione è di riprendere il prima possibile questo percorso di condivisione, anche con modalità da remoto”.