Nuovo Coronavirus, su CesenaWebTv arrivano i video tour della città (FOTO)

Tra le curiosità anche il restauro del mosaico di Via Strinati

CESENA – Ma chi ha detto che non si possano ammirare le opere d’arte anche dal divano di casa?

Le bellezze di Cesena traslocano sul web tra angoli storici della città e attività di restauro mai viste prima. In queste settimane di emergenza, in cui ognuno è chiamato a restare in casa evitando spostamenti superflui e non giustificati, l’Amministrazione comunale di Cesena va incontro a tutti i cittadini con iniziative che coinvolgono l’intera famiglia, dai bambini ai loro genitori.

A seguito della nascita del canale tematico “Cesena per i piccoli”, che raccoglie al momento oltre 1100 iscritti, è sempre YouTube a fornire un’occasione a tutti coloro che desiderano evadere dalle mura domestiche.

Da oggi infatti i cesenati restando a casa e collegandosi a CesenaWebTv, la televisione multimediale della città nata nel 2011, sulla playlist “Cesenacultura” (http://www.comune.cesena.fc.it/cesenacultura/video), potranno visitare la Biblioteca Malatestiana Antica, l’Abbazia di Santa Maria del Monte, la Rocca Malatestiana, il Teatro “A. Bonci”, Villa Silvia Carducci, ammirando alcuni dettagli del centro storico cittadino concentrandosi sulla fontana Masini o perdendosi nel Museo Archeologico.

“Per gli utenticommenta l’Assessore alla Cultura Carlo Veronasarà come prendere parte a una visita guidata: scorrendo i video tour messi a disposizione è infatti possibile scegliere la lingua, italiano o inglese. Inoltre, in questa occasione particolare i cesenati, ma non solo, potranno assistere alle diverse fasi del restauro del mosaico di Via Strinati ora conservato al Museo Archeologico”.

Nel 2017 in Via Strinati, durante alcuni lavori, è emerso un mosaico di epoca romana imperiale subito battezzato il ‘mosaico della pantera’ per l’animale che vi era raffigurato. Nel maggio 2019 è iniziato il restauro ad opera della ditta “Phoenix”, che ha permesso di datare il reperto al IV secolo dopo Cristo e di cambiare ipotesi sull’animale rappresentato: si tratterebbe di un orso e non di una pantera. Il restauro si è concluso nel mese di settembre 2019 continuando ad affascinare tutti i visitatori.

“L’obiettivoprosegue Verona è digitalizzare il nostro patrimonio storico-artistico e librario. Abbiamo preso parte alla campagna della regione #Iorestoacasa…e leggo” rendendo i codici manoscritti della Malatestiana sfogliabili online e proseguiamo con questa carrellata di contenuti audiovisivi che consentirà ai cesenati di godere della nostra città anche in questi giorni”.