Nota di Stefania Pucciarelli sulla Giornata internazionale persone con disabilità 2021

4
Il Sottosegretario Pucciarelli

Il Sottosegretario alla Difesa: “Inclusivamente ispirati dal tema Trasformazione verso una società sostenibile e coinvolgente per tutti per rendere preziosa risorsa anche l’individuo più fragile”

ROMA – “La Giornata internazionale delle persone con disabilità, proclamata dall’ONU nel 1992 e quest’anno dedicata a Trasformazione verso una società sostenibile e coinvolgente per tutti, rinnova l’invito alla concreta riflessione sui problemi che affliggono i tanti costretti a confrontarsi quotidianamente con ogni forma di disabilità. Al riguardo, l’aspetto educativo rimane decisivo poiché la miglior tutela dei concittadini più fragili si fonda sulla diffusione sociale, soprattutto tra i giovani, di una cultura inclusiva di rispetto, condivisione e solidarietà. Un’attenzione per la disabilità che, lungi dallo scadere nel pietismo, si ispiri ad un più coerente e partecipe senso di comprensione e partecipazione umana.

Parafrasando gli illuminanti inviti fatti nel tempo da Papa Francesco sulla disabilità dobbiamo rendere la consapevole inclusione ‘roccia’ su cui costruire, partendo dalle istituzioni, gli strumenti programmatici necessari a non escludere nessuno, specie chi è più in difficoltà. Francesco ha denunciato come, a torto, riteniamo una persona malata o disabile impossibilitata ad essere felice, perché incapace di realizzare lo stile di vita imposto dalla pseudo-cultura di piacere e divertimento. È sempre il Santo Padre ad ammonirci sul nostro tendere a confinare queste persone in qualche recinto, magari dorato, o nelle riserve della pietà compunta e dell’assistenzialismo, purché non intralcino il ritmo e la superficiale armonia del falso benessere. Del resto, in tempi in cui l’ossessione del corpo assurge a mito di massa e perciò business, va oscurato ciò che è imperfetto, perché attenta alla felicità e serenità dei privilegiati mettendo in crisi il modello dominante.” – così il Sottosegretario alla Difesa, Stefania Pucciarelli, per la Giornata internazionale delle persone con disabilità, caratterizzata dal viola – colore universalmente associato alla disabilità – e da uno specifico tema di approfondimento scelto annualmente.

“Riguardo all’Italia, ho appreso con profonda gioia l’azione del Ministro per le Disabilità Erika Stefani per far prevedere in Legge di Bilancio risorse dedicate alla disabilità per circa 200 milioni di Euro.

Il Fondo per l’assistenza all’autonomia e alla comunicazione per gli alunni con disabilità – prosegue Pucciarelli – avrà dal 2022 una dotazione strutturale di 100 milioni di euro e, sempre dal 2022, quello per l’inclusione altri 50 milioni; si sono, poi, rese strutturali le risorse per la Lingua Italiana dei Segni (LIS), che ammontano a 4 milioni, con ulteriori 6 milioni l’anno per progetti in materia di turismo accessibile.

Dati incoraggianti, a cui unisco il convinto auspicio nel perseverare con rinnovata energia nell’intento di garantire un accesso equo all’istruzione, di qualità e senza barriere, nonché a un’inclusione totale sul piano economico e politico. Vitale anche l’impegnarsi per un rapido e completo abbattimento di ogni barriera architettonica nella mobilità urbana e nell’accessibilità agli edifici e trasporti pubblici.

Da Sottosegretario di Stato, avendo tra le mie deleghe anche le politiche per la disabilità e le problematiche delle infermità contratte dal personale impiegato nelle missioni internazionali, sono molto sensibile al tema e promuovo in ogni utile sede e contesto il modello abilitante che la Difesa può offrire in tal senso. Le forme assistenziali di carattere medico-riabilitativo e il miglior recupero psico-fisico dei nostri militari colpiti da infermità sono tra le massime priorità del comparto militare. Lo dimostrano l’attenzione rivolta alla possibilità d’inclusione nel Ruolo d’Onore – unicità tutta italiana dei militari che, riconosciuti permanentemente inabili al servizio per mutilazioni o invalidità riportate nell’adempimento del dovere, possono continuare a svolgerlo indossando l’Uniforme –, la creazione del Gruppo Sportivo Paralimpico della Difesa – con il Caporal Maggiore Capo dell’Esercito Monica Contrafatto, bronzo nei 100 metri alle Paralimpiadi di Rio de Janeiro 2016 e Tokyo 2020 –, la costituzione del Centro Veterani della Difesa e le attività di concorso nell’eliminazione di ogni pregiudizio sulla disabilità e sul disagio sociale, come i progetti educativo-inclusivi – la terapia dell’avventura – della Goletta ITALIA, gestiti dalla Marina Militare in sinergia con Yacht Club Italiano.” – ha concluso Pucciarelli.