Nota di Stefania Pucciarelli sul Cacciamine ‘Viareggio’

43
Il Sottosegretario Pucciarelli

Il Sottosegretario alla Difesa: “Odierna partenza Cacciamine ‘Viareggio’ ambito Gruppo Navale Permanente NATO di Contromisure Mine in Mediterraneo conferma impegno italiano per l’Alleanza”

LA SPEZIA – “Dopo quella della moderna Fregata Europea Multimissione (FREMM) Margottini – salpata anch’essa da questa Base Navale lo scorso 19 dicembre quale Unità di Bandiera con a bordo un Ammiraglio della nostra Marina subentrato nella rotazione semestrale di comando tattico imbarcato del Gruppo Navale Permanente della NATO d’Altura in Mediterraneo (SNMG2) – l’assegnazione dall’8 gennaio scorso del Cacciamine Viareggio al Gruppo Navale Permanente della NATO di Contromisure Mine in Mediterraneo e la sua odierna partenza per un ciclo di attività in mare in questo qualificante contesto multinazionale confermano e rafforzano l’impegno dell’Italia a favore dell’Alleanza Atlantica, contribuendo a garantire la persistenza di una presenza quanto mai cruciale nelle acque del Mediterraneo, area storicamente rilevante per gli equilibri geopolitici globali.” – ha detto il Sottosegretario alla Difesa, Stefania Pucciarelli, nel suo intervento di saluto all’equipaggio della Nave Cacciamine Viareggio della Marina Militare oggi in partenza dalla Base Navale di La Spezia, dopo intenso addestramento preparatorio sotto supervisione del Centro Addestramento Guerra di Mine della Marina, per operare sotto l’insegna della NATO nelle acque del Mediterraneo Centrale, congiuntamente ad analoghe Unità spagnole e francesi.

“L’attività che vi apprestate a svolgere mostrando la bandiera della NATO nelle acque del Mediterraneo – ha proseguito il Sottosegretario rivolgendosi al Comandante e all’Equipaggio del Cacciamine – è tattica in essenza, ma presenta certamente dei profondi risvolti anche di portata strategica, perché mira a soddisfare quel bisogno crescente di presenza, sorveglianza e prontezza di intervento di cui la dimensione marittima ha sempre più bisogno. Strumenti cardine attraverso cui garantire con continuità la sua sicurezza, che è pre-requisito fondamentale affinché i mari possano compiutamente rivelare i propri preziosissimi e universalmente riconosciuti connotati di fulcro privilegiato per le prospettive globali di crescita sostenibile e prosperità inclusiva, al fine di garantire una presenza strategica in ambito NATO nelle acque del Mediterraneo Centrale, contribuendo ad assicurare, congiuntamente ad Unità militari spagnole e francesi, il libero accesso ai porti e la sicurezza della navigazione in questa area. Vi attende una missione impegnativa – ha evidenziato Pucciarelli agli uomini e donne del Viareggio – in cui contribuirete, sono assolutamente certa, a dimostrare una volta di più l’indiscussa professionalità, l’altissimo senso del dovere e l’incondizionato spirito di sacrificio che da sempre caratterizzano nel panorama internazionale l’agire dei militari della nostra Marina e di tutto il comparto Difesa. Con l’invio del Cacciamine Viareggio il nostro Paese ribadisce il proprio incondizionato impegno nella NATO; organizzazione politico-militare considerata dall’Italia uno dei pilastri del nostro sistema di alleanze, in cui vogliamo confermare un ruolo di primo piano.”

Con “i più marinari auspici di Buon Ventoil Sottosegretario ha concluso il saluto al Viareggio in partenza.