Nota dell’ass. Dorota Kusiak sul tema delle vaccinazioni nelle scuole comunali

municipio-ferraraVaccini scuole comunali: la Giunta ha deliberato un orientamento

FERRARA – “Per quanto riguarda la situazione vaccinale la Giunta ha deciso di adeguarsi alla legge nazionale che prevede la decadenza dall’iscrizione scolastica esclusivamente per quei bambini per cui non sia stata presentata formale richiesta di vaccinazione all’Ausl competente. Ad oggi e per l’anno scolastico 2019/20, nessuno dei bambini iscritti ai servizi educativi del Comune di Ferrara, secondo l’elenco presentato dalla stessa Ausl, si trova in questa situazione. Tutti gli iscritti infatti hanno ottemperato ai termini di legge. Inoltre la copertura vaccinale in città – e nel territorio provinciale e regionale – supera il 95% e risulta in progressivo aumento negli ultimi 24 mesi”.

L’assessore all’Istruzione, Dorota Kusiak, illustra così il Parere di orientamento in ordine alle disposizioni operative per l’anno educativo 2019/20 in merito all’obbligo vaccinale, ai sensi della legge 119 del 31 luglio 2017, in riferimento ai minori iscritti ai servizi educativi e scuole d’infanzia comunali, approvato dalla Giunta lo scorso 6 agosto.

In particolare l’orientamento sottolinea come “la legge 119 del luglio 2017 al fine di assicurare la tutela della salute pubblica e il mantenimento di adeguate condizioni di sicurezza epidemiologica in termini di profilassi e di copertura vaccinale e di garantire il conseguimento degli obiettivi prioritari del Piano Nazionale di prevenzione vaccinale 2017-19, promuove iniziative di comunicazione e informazione istituzionale per illustrare e favorire la conoscenza delle disposizioni e per promuovere una adesione volontaria e consapevole alle vaccinazioni previste dal Piano nazionale”.

Comune e Ausl hanno adempiuto a tutti i passaggi formali relativamente al monitoraggio della situazione vaccinale degli iscritti e “dalle verifiche effettuate per l’anno 2019/2020 non è data evidenza di minori iscritti ai servizi educativi che possano trovarsi nelle condizioni che comportano la decadenza prevista dall’articolo 3bis della legge in vigore”.

L’assessore Kusiak sottolinea come l’orientamento assunto dalla giunta sia stato elaborato anche dopo confronti con la stessa Ausl relativi ai differenti ambiti di intervento e competenza.

In particolare “al Comune spetta la valutazione e la gestione dell’iscrizione del minore, e del suo accesso, ai servizi educativi che deve avvenire in piena conformità ai termini di legge. La gestione del rapporto con le famiglie relativamente agli aspetti del percorso vaccinale di ogni singolo bambino spettano, invece, all’Ausl, che, a sua volta, agirà nei termini di legge per l’ambito di competenza”.

Motivo per cui, valutata anche la prevalenza delle leggi dello Stato sugli orientamenti regionali in materia, la Giunta ha ritenuto di poter assumere un orientamento positivo in merito all’inserimento e alla frequenza di tutti i bambini iscritti.

Secondo i dati, inoltre, “la copertura vaccinale a Ferrara si attesta attualmente in misura superiore al 95% per tutte le vaccinazioni rese obbligatorie per legge, in progressivo aumento negli ultimi 24 mesi, tale da superare la soglia di sicurezza prevista dal Piano nazionale di Prevenzione vaccinale 2017/2019 del Ministero della salute e per ottenere, oltre alla protezione dei singoli soggetti, anche l’immunità di gregge”, conclude l’assessore Kusiak.