Nota dell’Amministrazione comunale sull’avvio della sanificazione strade e marciapiedi del territorio

53

municipio-ferraraIl sindaco Fabbri: “tutte le misure possibili per contenere il contagio”

FERRARA – “Vogliamo adottare tutte le misure possibili per il contenimento del contagio da Coronavirus: ai cittadini stiamo chiedendo importanti sacrifici ed è giusto a fronte di questo mettere in campo tutte le forze. Per questo da domani saranno avviati i primi interventi straordinari di sanificazione delle strade in centro, periferie e frazioni”.

Così il sindaco di Ferrara, Alan Fabbri, annuncia l’avvio del lavaggio strade. A partire da mercoledì mattina, 18 marzo, sarà operativo in tutto il territorio di Ferrara il nuovo servizio di lavaggio strade e marciapiedi con uso di un prodotto sanificante.

Il Comune di Ferrara, in collaborazione con Hera spa, adotterà le stesse procedure attuate da molte città italiane e di tutto il mondo durante l’attuale emergenza dovuta alla pandemia di Coronavirus.

Su tutto il territorio comunale, frazioni e periferie comprese, si muoverà un mezzo dotato di barra anteriore con ugelli a pressione, per applicare il prodotto sulle carreggiate di ampie dimensioni, e di un tubo avvolgibile e lancia, con il quale un operatore da terra potrà svolgere la medesima operazione su marciapiedi e porticati.

Questo particolare metodo di applicazione è stato scelto proprio perché non implicherà la necessità di spostare le auto parcheggiate, evitando così che i cittadini debbano uscire di casa proprio nel momento in cui è indispensabile rimanere il più possibile all’interno delle nostre abitazioni.

Spiega l’intervento l’assessore all’Ambiente, Alessandro Balboni: “L’acqua con la quale verranno lavate le superfici delle nostre strade sarà addittivata con un prodotto dalle proprietà sanificanti. Questo prodotto, che consiste in una soluzione enzimatica, non comporta in alcun modo rischi per la salute dei cittadini o dei loro animali domestici anche durante o nel momento immediatamente successivo alla sua distribuzione”.

Continua l’Assessore “Come amministrazione rivendichiamo la scelta di non utilizzare l’ipoclorito di sodio, un composto chimico dalle proprietà disinfettanti che però può avere ricadute negative, anche pesanti, sull’ambiente e che avrebbe comportato l’applicazione di procedure prudenziali per tutelare la salute dei ferraresi.”