Nota dell’Amministrazione comunale di Villa Minozzo

78

VILLA MINOZZO (RE) – Riceviamo e pubblichiamo la nota dell’Amministrazione comunale di Villa Minozzo in replica all’articolo apparso sulla Gazzetta di Reggio in data 02/02/2022:

“L’Amministrazione Comunale di Villa-Minozzo intende precisare, con riferimento all’articolo apparso sulla Gazzetta di Reggio lo scorso 02 Febbraio, per quanto di competenza, i fatti e l’attuale stato di consistenza della controversia relativa al commissariamento del Comitato di Amministrazione Separata dei Beni di Uso Civico di Febbio.

Quanto agli impianti, è doveroso precisare che la linea LM35 – Seggiovia triposto “Fortino-Mardonde” risulta di proprietà Comunale ed è ascritta al patrimonio indisponibile dell’Ente a seguito della delibera di Consiglio Comunale, votata all’unanimità, n. 65 del 28 novembre 2020, a mezzo della quale è stata altresì dichiarata la pubblica utilità della linea stessa. Inoltre, con successiva delibera di Giunta Comunale n. 18 del 6 marzo 2021 è stata approvata la concessione per la gestione e manutenzione sia ordinaria che straordinaria della linea. E proprio per interventi di manutenzione straordinaria è oggi ferma la seggiovia: al riguardo preme evidenziare come, purtroppo, la stagione invernale 2021/2022 non sia ad oggi caratterizzata per essere una stagione fortunata per la neve, in quanto – purtroppo – manca la neve sulla montagna reggiana. Del resto, anche la foto stessa apparsa sul giornale a corredo dell’articolo è un’immagine di repertorio di una “precedente stagione sciistica” e, a differenza di quanto indicato nell’articolo, non sta praticamente cadendo neve a Febbio

Tali sfortunate condizioni, chiaramente indipendenti dalla volontà del Comune, hanno quindi fatto propendere per proseguire, con un impatto pressoché irrilevante, gli interventi di manutenzione straordinaria così da poter impiegare l’impianto sin da subito all’avvio della stagione estiva, durante la quale si è registrato nel 2020 e 2021 un incredibile aumento del flusso turistico per escursioni, gite e cicloturismo anche.

L’attenzione per lo sviluppo turistico, che è anche sociale ed economico, della montagna reggiana e nello specifico del Comune e della frazione di Febbio è infatti massimo da parte dell’Amministrazione Comunale, che negli ultimi anni è intervenuta con plurimi interventi di incentivazione turistica, che hanno già dispiegato i propri effetti. È stato infatti lanciato il progetto dei percorsi montani ciclabili tramite e-bike e la scorsa estate, proprio per sviluppare il turismo di Febbio legato agli impianti si è regolamentata l’attività di pascolo in quelle zone, che ha comportato una più ordinata e regolare gestione degli spazi a disposizione dei turisti.

A tal proposito, l’Amministrazione Comunale rende noto che, con delibera della Giunta Regionale n. 1773 del 02/11/2021 è stato approvato il programma stralcio per la qualificazione delle stazioni invernali 2021-2022 ai sensi della L.R. 17/2002 e al Comune di Villa-Minozzo sono stati assegnati i seguenti contributi per la realizzazione dei relativi progetti:

Realizzazione stazione intermedia seggiovia triposto LM35 in prossimità del laghetto di Prà Cavo: Importo Euro 120.000 – Finanziamento regionale al 100%;

Sostituzione cuscinetti della puleggia della stazione di rinvio della seggiovia biposto LM18: Importo Euro 30.000 – Finanziamento regionale al 100%

Sostituzione del cavo dei segnali di linea dalla stazione di monte alla stazione di valle della seggiovia biposto LM18: Importo Euro 75.000 – Finanziamento regionale al 100%;

Sostituzione reti di protezione delle piste da discesa: Importo Euro 30.000 – Finanziamento regionale al 70% con compartecipazione del Comune per Euro 9.000 con fondi del Bilancio 2022;

Ripristini ambientali e bonifiche nel comprensorio: Importo Euro 40.000 – Finanziamento regionale al 70% con compartecipazione del Comune per Euro 12.000 con fondi del Bilancio 2022.

Inoltre, nel corso dell’anno 2021, il Comune di Villa Minozzo ha compartecipato ai lavori in corso d’esecuzione della revisione trentennale della seggiovia triposto LM35 “Fortino-Mardonde” per un importo di Euro 50.000 che si sommano al contributo regionale di Euro 336.000 finanziato con fondi della L.R. 17/2002 ed a Euro 94.000 stanziati dalla soc. La Contessa S.r.l. in qualità di attuale gestore dell’impianto di risalita.

A fronte di questi sforzi messi in campo dall’Amministrazione Comunale, si è registrata, nel corso del 2021, una forte resistenza da parte dell’Amministrazione Separata dei Beni di Uso Civico di Febbio, che ai sensi di legge è assoggettata alla vigilanza e al controllo del Comune. Proprio nell’esercizio dei predetti poteri e doveri di vigilanza e controllo, il Comune ha preso atto di situazioni, condotte e fatti rilevanti, dai quali è quindi scaturito il procedimento che ha portato al commissariamento da parte dell’Unione Montana, ente competente all’assunzione di tali provvedimenti, così come confermato anche dalla Regione.

Le ragioni e le motivazioni che hanno condotto al commissariamento sono tante e pienamente sussistenti e verranno quindi sostenute nelle dovute sedi giudiziarie per attestare ancora una volta (come in occasione del precedente ricorso contro l’ordinanza comunale di limitazione delle aree a pascolo) la bontà e la legittimità delle azioni intraprese a beneficio ed interesse della collettività.”