Nota del sindaco di Ferrara su emergenza coronavirus e settore edile

24

Alan Fabbri: “via libera ai pagamenti alle imprese su lavori pubblici già effettuati, in base allo stato di avanzamento pre lockdown”

FERRARA – “Alle imprese serve liquidità e noi siamo pronti per sbloccare da subito i meccanismi del Mude e far avere alle aziende edili, ancora impegnate nella ricostruzione post sisma, i contributi per lo stato di avanzamento dei lavori aggiornato a prima del fermo dovuto al lockdown. I nostri uffici si erano già organizzati, nelle settimane scorse, per mettere in atto le indicazioni che ora arrivano ufficialmente dalla Regione e, come Comune, abbiamo deciso di andare oltre.

Proprio per sostenere il più possibile il settore costruzioni, abbiamo dato il via libera ai pagamenti sui lavori già effettuati delle imprese impegnate in cantieri per lavori pubblici (anche extra sisma) slegando le erogazioni dagli step contrattuali”. Così il sindaco di Ferrara, Alan Fabbri, commenta l’ordinanza della Regione Emilia Romagna relativa all’erogazione dei contributi post sisma.

“Siamo ben consapevoli dell’esigenza di liquidità che le imprese hanno in questo momento e per questo ancor prima delle indicazioni regionali che riguardano solo le aziende edili impegnate nei lavori relativi al sisma del 2012 il Comune ha deciso di dare la possibilità alle imprese attive su lavori pubblici assegnati con appalto di ricevere i pagamenti per lo stato effettivo dell’avanzamento lavori come era fino al lockdown – specifica ancora il sindaco-.

Ben venga dunque l’ordinanza regionale che si somma al nostro operato: siamo a disposizione degli imprenditori ancora impegnati nei lavori di ricostruzione, sia per l’edilizia privata che per quella pubblica, per dare immediatamente concretezza alle direttive regionali”.