“Non ci casco”, riparte da via Pesci (11 aprile) e da Boara (13 aprile) la campagna comunale antitruffe agli anziani

40

Saranno presenti Carabinieri e Polizia di Stato

FERRARA – Ricomincerà martedì 11 aprile alle 18 dal centro sociale “Rivana Garden” di via Gaetano Pesci 181, il ciclo di incontri pubblici di presentazione della campagna antitruffe agli anziani ideata dall’assessorato alle Politiche sociali del Comune di Ferrara. Giovedì 13 aprile alle 17.30 sarà invece la volta del centro “La Ruota” di via Copparo 276 a Boara.

Dopo gli interventi di presentazione del piano di contrasto ai raggiri realizzato dal Comune a cura dell’assessore alle Politiche sociali Cristina Coletti, e del vicesindaco delegato alla Sicurezza Nicola Lodi, saranno presenti personale delle Forze dell’Ordine – nello specifico i Carabinieri per l’appuntamento cittadino e la Polizia di Stato per quello di Boara – e il presidente di Confconsumatori Ferrara, Antonio Frascerra.

“Nei primi 3 appuntamenti divulgativi – spiega l’assessore Cristina Coletti – abbiamo raggiunto, con molta soddisfazione, quasi 150 partecipanti. Dopo aver stampato e distribuito capillarmente sul territorio circa 30mila vademecum e brochure informative con i consigli utili per difendersi dalle truffe, e la pubblicazione online di 3 video pillole dimostrative delle tecniche più frequenti utilizzate dai malintenzionati, abbiamo fortemente voluto instaurare il confronto diretto con i cittadini coinvolgendo le forze di sicurezza in 10 appuntamenti in città e nelle frazioni. Una scelta che si sta rivelando azzeccata per la partecipazione attiva del pubblico che non solo assiste, ma fornisce la propria esperienza personale permettendo così di riconoscere e sventare sul nascere i tentativi di raggiro. L’auspicio è che ci raggiungano anche familiari e caregiver, che rappresentano un veicolo di informazione fondamentale verso gli anziani”.

“Le truffe – aggiunge il vicesindaco Nicola Lodi – sono un fenomeno subdolo e uno dei principali aspetti di vulnerabilità è dato dell’isolamento delle persone, specialmente quelle che vivono nelle frazioni. È importante che gli stessi cittadini facciano rete fra loro, e che ai primi segnali sospetti partano immediatamente le segnalazioni alla Polizia Locale e alle Forze dell’ordine, sempre pronte ad intervenire”.

Dopo le relazioni, gli incontri vedranno la partecipazione della compagnia teatrale “InsiemeXCaso” che reciterà in dialetto alcuni sketch mirati a scongiurare alcune situazioni di potenziale pericolo. A chiudere un aperitivo offerto dal centro ospitante. Il giro di incontri sul territorio è realizzato in collaborazione con l’Associazione Nazionale Carabinieri – Alto Ferrarese i cui volontari sono presenti ad ogni evento – e che si sono occupati della distribuzione del materiale informativo a partire dall’ottobre 2021 – e di Ancescao che ha messo a disposizione 10 centri in cui sono stati calendarizzati gli appuntamenti.

Per le vittime di truffe rimane a disposizione anche lo Sportello Sociale Unico Integrato di Corso Giovecca, 203.

Per accedere al servizio si può far riferimento ai contatti 349-3142452; 342-8951860 e 0532-099932. Email: sportellosocialeui@aspfe.it.

I recapiti telefonici delle Forze dell’ordine sono 112-113-117.