Nell’area della darsena oltre 150 nuove piante per arricchire la gamma delle tonalità del verde urbano

55

Procedono gli interventi di riqualificazione del Piano Periferie nell’area ex Camilli e nel nuovo parco della darsena

FERRARA – Sono oltre 150 le nuove alberature che andranno ad arricchire il patrimonio verde della zona di via Darsena a Ferrara. Secondo il progetto per la riqualificazione urbana finanziato dal ‘Bando Periferie’ e composto da diversi lotti d’intervento tutti approvati  nel 2018, sono previsti 30 abbattimenti a fronte di 153 nuovi impianti.

In particolare, saranno 77 tra salici, querce, frassini, carpini, pioppi e numerosi tipi di arbusti e cespugli, le piante che andranno a popolare il nuovo parco cittadino in via di realizzazione nell’area verde ‘ex Camilli’ di via Darsena. I nuovi impianti, quasi ultimati, permetteranno in particolare di trasformare l’area di oltre 8mila metri quadri sede nel secolo scorso di un punto di stoccaggio e vendita di prodotti petroliferi, in un ampio corridoio verde di connessione tra la città e il fiume, dove troveranno spazio, fra le numerose essenze e aiuole, un percorso ciclabile e un camminamento pedonale. Nella progettazione dell’area sono state privilegiate soluzioni innovative, come l’utilizzo della tecnica del fitorimedio, con piante dalle capacità fitodepurative, a prosecuzione degli interventi di bonifica del terreno eseguiti a cura del Comune, e l’utilizzo di verde verticale, con alberi ad alto fusto, in funzione di mitigazione climatica e ambientale.

Altre 36 sono, poi, le alberature previste per il nuovo parco della darsena, in corso di realizzazione dal novembre scorso, sempre nell’ambito dell’ampio progetto del Comune di Ferrara per la rigenerazione urbana della zona ex Mof – Darsena, finanziato con fondi statali del ‘Bando Periferie’. Nello specifico il progetto prevede la piantumazione, lungo la banchina e nella nuova piazza antistante via Darsena, di esemplari di liriodendro (Liriodendron tulipifera), detto anche ‘albero dei tulipani’ per i caratteristici fiori simili a tulipani di colore verde-giallo con centro arancione, che si dischiudono nella tarda primavera. Nella nuova piazza è inoltre prevista la messa a dimora, in continuità con le presenze arboree esistenti, di olmi campestri (Ulmus minor),  alternati con alberi di zelkova serrata (o zelkova giapponese), per incrementare la biodiversità delle specie arboree. Gli impianti saranno realizzati nel prossimo autunno, mentre nella stessa area sono state già rimosse una quindicina di robinie infestanti (v. la planimetria del progetto di riqualificazione della darsena).

Quaranta sono infine i liriodendri che andranno a comporre anche il filare lungo il lato sud di via Darsena, che sarà impiantato al termine dei lavori di riqualificazione dell’arteria cittadina (lotto A3-A8 del Piano Periferie), in programma entro il 2022, a compensazione anche della prevista rimozione di una decina di pioppi nella stessa area.