Musica, arte, incontri, gastronomia con Lagolandia, “villeggiatura contemporanea” ai bordi dei laghi

8

Nell’Appennino bolognese, Il 28 e 29 agosto sulle sponde e nei dintorni dei Bacini di Brasimone e Suviana (Camugnano e Castel di Casio) e il 25 e 26 settembre sul lago di Santa Maria (Castiglione dei Pepoli)

logo regione emilia romagnaBOLOGNA – Continuano gli appuntamenti di ‘Fuori’, il festival diffuso promosso dalla Regione Emilia-Romagna che, dopo la musica nelle grotte, porta la cultura sui bordi dei laghi, in una formula che la avvicina sempre di più alla riscoperta del paesaggio circostante e alle sue tradizioni.

Sabato 28 e domenica 29 agosto, dopo l’avvio del primo weekend, proseguono gli appuntamenti della rassegna “Lagolandia – Villeggiatura Contemporanea”, con fine-settimana di “sentieri culturali”, incontri, musica, arte, gastronomia sulle sponde e nei dintorni dei bacini di Brasimone e Suviana (Camugnano e Castel di Casio), per poi concludersi sul Lago di Santa Maria (Castiglione dei Pepoli, il 25 e 26 settembre).

Questa ottava edizione vede il ritorno dei campi base sui bordo-lago, punto di partenza dei sentieri culturali, condotti, come sempre, da guide d’eccezione. Dalla notte Europea dei ricercatori ai concerti intimi come quello di Angela Baraldi e Fantuz fino ai sentieri musicali e ai percorsi nel verde per adulti e bambini, il programma offre varie possibilità di godere di cultura e natura.

Il festival ‘Fuori’ riunisce in un unico palinsesto tanti eventi culturali, tra cui Lagolandia, produzioni originali che si svolgono fuori dai perimetri urbani e in contesti di assoluto pregio paesaggistico e naturalistico della regione, coinvolgendo oltre 200 località per circa 700 eventi e circa 1.700 artisti.

Lagolandia è un progetto di valorizzazione territoriale dell’area dei “laghi di Bologna”. Fa parte anche del cartellone culturale estivo della Val di Setta, di Bologna Estate 2021, promosso e coordinato dal Comune di Bologna e dalla Città metropolitana di Bologna – Destinazione Turistica, con la partecipazione dell’Unione Appennino Bolognese e dei Comuni promotori (Camugnano, Castiglione dei Pepoli, Castel di Casio, San Benedetto Val di Sambro e Monzuno). Inoltre sono varie le collaborazioni, a partire dal Centro di ricerche ENEA Brasimone, per proseguire con Bologna Welcome, con l’Ente di gestione per i Parchi e la Biodiversità Emilia Orientale, capitanati da Articolture/Bottega Bologna, casa di produzione culturale bolognese, e dal collettivo di camminatori-ricercatori Boschilla Il suono del tuo passo.