Motors Rally Show Pavia da dimenticare per Giorgi

18

Trasferta da cancellare in fretta per il pilota di Mezzani, alfiere di Collecchio Corse, attardato da due fatali penalità che hanno pregiudicato il risultato finale

FELINO (PR) – Un fine settimana andato storto e da dimenticare presto, quello vissuto da Ercole Giorgi in occasione della quinta edizione del Motors Rally Show Pavia, tenutosi tra Sabato e Domenica scorsi sul tracciato pavese di Castelletto di Branduzzo.

Il pilota di Mezzani, forte dei segnali positivi visti nel precedente Adria Rally Show, si presentava ai nastri di partenza con rinnovate ambizioni di podio, alla guida della Renault Twingo R2.

Il portacolori di Collecchio Corse ha dovuto purtroppo pagare dazio e, a causa di due fatali penalità incamerate, si è visto ricacciato in fondo alla classifica della classe R2B.

In una vera e propria gabbia di leoni, ben otto le Peugeot 208 R2 al via, Giorgi chiudeva la prima “ACI Pavia” con l’ottavo tempo, non troppo lontano dalle posizioni a ridosso del podio.

Il primo inciampo avveniva sulla “Castelletto Circuit” dove il pilota di casa Renault anticipava l’uscita di un giro, incassando una penalità di tre minuti che lo spediva in ultima piazza.

Con una situazione di classifica oramai compromessa Giorgi affrontava la seconda frazione di gara, quella di Domenica, nel solo intento di divertirsi prima che, sul penultimo impegno in programma, una seconda penalità, per lo stesso motivo, decretava la parola fine.

Due pesanti errori che hanno visto, purtroppo, protagonista lo sfortunato Dario Anzelotti.

“Questi errori fanno parte dell’inesperienza” – racconta Giorgi – “e non mi sento di dare colpe eccessive a Dario. Le gare in circuito sembrano facili ma è proprio su questi frangenti che si possono commettere errori fatali. Dario è alla sua seconda gara in assoluto da navigatore, dopo Adria Rally Show, quindi ci può stare. Se pensiamo che, in queste tipologie di competizioni, è spesso capitato anche ad esperti navigatori di commettere gli stessi sbagli direi che non possiamo affliggerci troppo. È andata così, pazienza, ma sono contento di dare l’opportunità di sbagliare a giovani navigatori. Se nessuno desse loro la possibilità di provare, di imparare ed anche di sbagliare questi non salirebbero mai su un sedile di destra. Si dice che dagli errori si impara ed ogni trasferta permette di crescere. Andrà meglio la prossima volta.”

Il nono posto finale di classe R2B, un settimo effettivo escludendo le penalità, viene quindi interpretato da Giorgi in un’ottica di crescita positiva, restando desideroso di tornare in pista.

L’alfiere della scuderia felinese, infatti, si sta già guardando attorno per valutare quale potrebbe essere una prossima partecipazione in gara, rimanendo sempre fedele ai rally in circuito.

“Sono un pistaiolo, da sempre, e non voglio cambiare ora” – aggiunge Giorgi – “infatti, assieme a Collecchio Corse, stiamo già guardando il calendario sportivo per capire quale potrebbe essere una prossima uscita. Rigorosamente un rally in circuito, ovviamente. Abbiamo tanta voglia di cancellare in fretta questa sfortunata trasferta e quale modo migliore per farlo se non quello di tornare presto in gara? Mi pare di aver inteso che dovrebbe esserci un rally show all’interno del tracciato di Vallelunga prossimamente. Non sappiamo ancora la data, vedremo.”