Modena , online anche centri d’aggregazione giovanile e netgarage

29

Nei giorni di #iorestoacasa sulla rete, sui social e al telefono, attività, consigli, compiti

MODENA – Anche i Centri di aggregazione, la rete dei Net garage e altri servizi e associazioni coordinate nelle loro iniziative e progetti dall’assessorato comunale alle Politiche giovanili, stanno riorientando le loro attività nei giorni difficili del #iorestoacasa.

La rete internet, i social network e il mondo dell’online sono gli spazi in cui ricreare occasioni di socialità virtuale in attesa dell’evolversi dell’emergenza sanitaria, ma anche il telefono diventa uno strumento utile per dare informazioni e stabilire contatti e ascolto per chi ha la necessità di relazionarsi e non aumentare il senso di isolamento.

Al MyNetGarage di via degli Adelardi e al Net Garage 2.0 di Strada San Faustino, in gestione all’associazione Civibox, da lunedì 6 aprile, chiamando il numero telefonico 334 2617216 sarà possibile prenotare una consulenza telefonica, per chiedere, ad esempio, come utilizzare Skype per lezioni online o altri strumenti di didattica, come scrivere un curriculum e inviarlo via mail, come utilizzare servizi google o smartphone e tanto altro.

Sul sito www.civibox.it si possono già trovare tante informazioni e indicazioni pratiche sull’utilizzo di piattaforme online, formazione a distanza e attività didattiche e culturali (pagina “SmartBox”) con possibilità di accedere a servizi e attività su canali digitali, creati per rispondere a domande e dubbi, e offrire momenti formativi.

Il sito www.stradanove.it propone la rubrica “Internet sicuro” interamente dedicata alla navigazione consapevole in internet con decaloghi, faq, video, documentazione varia e alla quale è possibile inviare domande attraverso un apposito format alle quali risponderanno esperti dell’associazione Civibox. I due siti e le pagine social vedranno arricchiti i contenuti con “pillole video” su temi riguardanti la cultura digitale.

Il sito Stradanove propone anche altre rubriche – affettività e sessualità, sostanze psicoattive, gioco d’azzardo – con informazioni e possibilità di porre domande alle quali risponderanno esperti specificamente dedicati.

L’associazione il Ponte della Cooperativa Don Bosco & Co, che si trova in zona Tempio, ha attivato uno sportello di aiuto compiti chiamato #tiaiutodacasa rivolto a tutti i ragazzi che frequentano il Centro Il Ponte dietro alla chiesa del Tempio in Via Piave 6. I ragazzi vengono aiutati nello svolgimento dei compiti su richiesta tramite video-chiamate e altri strumenti di comunicazione (iilpontemodena@libero.it) L’obiettivo è di mantenere i contatti e favorire, per le famiglie più in difficoltà, un “Ponte” di comunicazione tra gli educatori e la scuola.

Coop Girasole, Centro educativo territoriale Albareto (www.cooperativailgirasole.org) dalle 16 alle 17 di lunedì, mercoledì e venerdì gestisce il progetto “Play web” con Skype, consentendo di svolgere conversazioni in video-conferenza e proponendo ai ragazzi iscritti attività ludico-ricreative come indovinelli, giochi con le parole e brevi letture di libri.

La Scuola d’Arte Talentho (che ha sede in piazza della Liberazione 13) ha creato per danza e teatro una playlist su Youtube a cui i ragazzi possono accedere su richiesta, e chiedere informazioni inviando semplicemente una mail a scuola@talentho.it o telefonando allo 059 285676. In questo modo potranno visionare tutto il materiale di “Talentho No Stop”. Per quanto riguarda la musica sono state attivate le lezioni on line di chitarra, batteria, pianoforte e canto tramite skype, coinvolgendo 49 allievi.

Il Vibra di via 4 novembre aderisce al programma nazionale Arci #resistenzavirale e continua a raccogliere virtualmente intorno a sé i propri volontari, quelli dello Spazio nuovo e i protagonisti attivi di Idee in circolo; è stata avviata la programmazione di #RadioliberamenteONquarantena, uno spazio in cui la radio dà voce a chi ha voglia di inviare podcast! Ne sono già arrivati da ogni parte d’Italia. L’appuntamento è due volte al giorno, alle 13 e alle 18 sulle applicazioni di spreaker e spotify! (per ascoltare il link è https://open.spotify.com/show/5WExrVsUDz12Ufq5XSbjWI?si=8Ov6-khoSsubFIqbLYir5g o www.spreaker.com/show/radioliberamente-on-quarantena).

È stato riattivato il corso di yoga in modalità online sulla pagina di Idee in circolo e grazie al progetto Suner “festival Project” sono pubblicate su Spotify le playlist di alcuni dei dj del Vibra.

L’associazione Idee in circolo ha anche messo a disposizione tre numeri di telefono (324 5355987, 327 1132269, 345 2833360) a cui possono chiamare i cittadini, per fare quattro chiacchiere. L’iniziativa si chiama #mutualismoinquarantena e si può scrivere anche su Facebook a “associazioneideeincircolo”.

Infine, la Palestra Digitale Makeitmodena di strada Barchetta 77, chiusa al pubblico, ha avviato con l’Istituto Comprensivo 1 un progetto di coding (programmazione) ‘a distanza’. Utilizzando la classe virtuale attivata dalle insegnanti delle elemntari Giovanni XXIII, le esperte Maria Donzello e Anne Marie Canicean condurranno online un percorso su Scratch, il linguaggio di programmazione messo a punto dal MIT di Boston per la didattica. Saranno coinvolte sette classi (quattro quinte e tre terze), circa 140 ragazzi che seguiranno via web le lezioni di coding.

/