Modena , indennizzi alle attività per il cantiere di via Canalino

16

Per diciassette aventi da 630 a 1095 euro per i disagi, per complessivi 12.500 euro

MODENA – Sono diciassette le attività economiche di via Canalino e via Mondatora che stanno per ricevere indennizzi per disagi dal cantiere di rifacimento della pavimentazione stradale. La cifra complessiva per il periodo da luglio a novembre 2020 (cinque mesi) è di circa 12.500 euro, suddivisa in quote differenti, in base a superficie e tipologia: 630 o 950 euro per attività di artigianato e commercio (a seconda se con locali di superficie inferiore o maggiore di 100 metri quadri), da 1095 euro per ristoranti, pizzerie e bar (in questo caso tutti di superficie inferiore a 100 mq).

Artigiani, commercianti ed esercizi pubblici che ne hanno diritto riceveranno in questi giorni sulla propria casella di posta elettronica certificata (Pec) un avviso dal Comune di Modena con le indicazioni e il modulo da compilare per poter ricevere gli indennizzi dovuti, che nelle settimane scorse sono stati aggiornati all’inflazione (considerando come base di calcolo la variazione dell’indice nazionale prezzi al consumo Foi al netto dei tabacchi, pari all’1,4% da ottobre 2017 a dicembre 2020).

In base ai criteri stabiliti, delle 17 imprese interessate 14 rientrano nella categoria artigiani e commercio, mentre tre nella categoria ristoranti, pizzerie e bar.

Per ottenere l’indennizzo le attività che hanno ricevuto l’avviso del Comune sulla Pec dovranno compilare il modulo allegato, firmarlo digitalmente e inviarlo entro 14 giorni dalla ricezione all’indirizzo di posta elettronica certificata casellaistituzionale036@cert.comune.modena.it.

L’adeguamento triennale degli importi degli indennizzi per cantieri pubblici fino al 2023 è stato approvato con delibera dalla Giunta comunale, presentata dall’assessora alle Politiche economiche Ludovica Carla Ferrari. Gli indennizzi forfettari mensili corrispondono ora, per le attività fino a 100 metri quadri di superficie interna dei locali, a 126 euro al mese per artigiani e commercio (erano 124 fino al 2020) e a 219 euro per ristoranti, pizzerie e bar (fino al 2020 erano 216). Per attività con superficie interna dei locali superiore a 100 metri quadrati l’indennizzo è di 190 euro al mese per artigiani e commercio (erano 187,50), e di 360 euro al mese per ristoranti, pizzerie e bar (fino al 2020 erano 355).