Modena: Ginnastica cinese contro lo stress da Covid-19

18

L’omaggio del territorio agli operatori sanitari di Pavullo

MODENA – Un corso gratuito di Daoyin di 12 lezioni a favore di 20 dipendenti del Distretto di Pavullo, offerto da realtà associative e produttive del territorio del Frignano. È l’iniziativa, dal carattere sperimentale e innovativo, concepita dal Servizio di Mobility Management dell’Azienda USL di Modena e dalla Direzione del Distretto di Pavullo.

L’idea nasce dalla considerazione di quanto l’emergenza Covid abbia generato, soprattutto negli operatori sanitari “in prima linea”, un livello di stress elevato e solo in parte contenuto dalle misure di sicurezza messe in campo. Da qui si è sviluppato un vero e proprio progetto di comunità, grazie alla disponibilità e generosità di AVAP Croce Verde, ASEOP Pavullo e VIS Hydraulics, che sosterranno l’intero costo del corso, e dell’Aero Club Pavullo, che metterà a disposizione i suoi spazi per le lezioni.

È la prima esperienza aziendale di questo tipo rivolta al benessere corpo-mente dei dipendenti affermano Carlo Serantoni, Direttore del Distretto sanitario di Pavullo, e Mariangela Tufano, responsabile del Servizio di Mobility Management-Area Sviluppo e Innovazione – e conferma la sensibilità e la vicinanza nei confronti della sanità del territorio da parte di associazioni di volontariato e imprenditori pavullesi che già durante la fase di picco emergenziale si erano distinti per una importante raccolta fondi a favore dell’Ospedale di Pavullo. L’adesione da parte degli operatori sanitari è stata ottima, a riprova del fatto che l’iniziativa va nella giusta direzione, ovvero di creare un momento per rilassarsi e cimentarsi in una nuova disciplina, facendo al contempo squadra. Ringraziamo di cuore AVAP, ASEOP e VIS Hydraulics per aver sostenuto questo progetto”.

Questa settimana si è svolta la prima di 12 lezioni: al corso partecipano anche alcuni operatori del volontariato locale e dipendenti della ditta Vis Hydralics, in totale 30 persone, per permettere al maestro Guido Gelatti, Istruttore Daoyin presso l’Associazione Daoyin Italia – Istituto Zhang Guangde, di guidare “da vicino” gli allievi.

Cos’è il Daoyin – È una pratica cosiddetta “corpo-mente”. Tutti gli esercizi si contraddistinguono per l’integrazione corpo-respiro-mente, migliorando la coordinazione e l’armonia dei movimenti, l’equilibrio fisico, la capacità di controllo del respiro e delle espressioni emotive, promuovendo la capacità di concentrazione, potendo così da un lato favorire la distensione muscolare e, dall’altro, il rilassamento mentale. Alcuni studi suggeriscono importanti benefici sia in campo osteo-articolare che psichico, favorendo il controllo delle emozioni e lo stress presente nelle situazioni di scarso o mancato controllo. Altri studi indicano la capacità di miglioramento degli indici di infiammazioni e delle difese immunitarie, tant’è vero che gli stessi esercizi (soprattutto quelli con maggior valenza respiratoria) sono stati proposti anche nella fase riabilitativa di alcuni pazienti Covid.