Modena est, in Polisportiva il quarto punto “Face to Face”

30
Modena, Palazzo Comunale

La postazione, collocata nell’impianto di viale Indipendenza, è attiva da lunedì 9 maggio e apre due pomeriggi a settimana. Altri totem in via Padova, a Villanova e a San Damaso

MODENA – Inaugura lunedì 9 maggio alle ore 16 a Modena est, negli spazi dell’omonima Polisportiva di viale Indipendenza 25, il quarto punto “Face to Face” del Comune di Modena, ovvero la postazione tecnologica sperimentale che consente ai cittadini di sentire l’Amministrazione più vicina e a portata di mano attraverso la possibilità di dialogare direttamente col personale dell’Ufficio relazioni con il pubblico (Urp) e con gli operatori del centro d’ascolto “Informafamiglie”. Il totem, collegato nei locati del centro lettura, è accessibile il lunedì e il giovedì pomeriggio dalle 16 alle 18, fascia oraria in cui è sempre presente un operatore comunale a disposizione dei cittadini che intendono utilizzare il servizio.

La postazione touchscreen di viale Indipendenza segue quelle attivate giovedì 5 maggio alla Polisportiva San Damaso in via Scartazzetta 53 (disponibile il giovedì pomeriggio dalle 16 alle 18) e, nelle scorse settimane, all’Ufficio Quartieri di via Padova 149 (dal lunedì al venerdì, 9-13) e nella frazione di Villanova, nella Polisportiva 4 Ville di via Barbolini 9 (lunedì e giovedì, 15-18). Nel periodo marzo-aprile i cittadini che hanno utilizzato il totem sono stati circa 150, di cui la maggior parte (127) nella postazione di via Padova, la prima a essere stata attivata, e le richieste di contatto si sono sviluppate soprattutto con l’Urp.

“Face to Face” consente di interfacciarsi in maniera diretta e interattiva con gli uffici per usufruire dei servizi offerti dall’ente locale. In particolare, in questa prima fase, è possibile dialogare con il personale dell’Urp per le prenotazioni dei Servizi demografici, le segnalazioni e le informazioni sugli altri servizi del Comune, oppure contattare gli operatori del Centro per le famiglie per informazioni in ambito educativo, scolastico, sanitario, economico, ricreativo e culturale: il dispositivo, rivolto alle famiglie con figli, dalla nascita fino all’adolescenza, può fornire, infatti, indicazioni pratiche sui contributi economici, per l’orientamento sui servizi presenti in città e per le consulenze di mediazione famigliare e di sostegno alla genitorialità.

Il nuovo canale tecnologico risponde all’esigenza di offrire ai cittadini l’accesso ai servizi senza allontanarsi dal proprio quartiere, e si rivolge in particolare a chi ancora ha difficoltà a utilizzare in autonomia i servizi online. Per usufruire del servizio è sufficiente cliccare e scoprire le opportunità offerte. Con due clic si entra in video chiamata con gli operatori. Tutti i servizi sono usufruibili gratuitamente e in formato bilingue (italiano e inglese), compresa l’interfaccia del software, di semplice utilizzo.