Modena: all’Arena 3mila posti in sicurezza

6

Al Novi Sad il circuito temporaneo certificato “Aci sport” che si sviluppa in 1,55 chilometri. Attivate quattro tribune, assicurando il rispetto delle norme anti-Covid

MODENA – Un circuito di circa 1,55 chilometri ma, soprattutto, una grande attenzione verso le misure anti-contagio. Sono le principali caratteristiche dell’“Arena Motor Valley”, il circuito cittadino temporaneo con omologazione “Aci sport” in corso di ultimazione nell’area del Novi Sad, dove le case automobilistiche, oltre a mettere in pista i bolidi, proporranno attività dinamiche per gli appassionati.

I lavori hanno avuto un’accelerata nelle ultime ore, dopo la conclusione del tradizionale mercato del lunedì, ed entro la giornata di giovedì potranno vedere il completamento delle tre tribune aggiuntive – tecnicamente chiamate “petali” – che affiancheranno quella storica, per un totale di circa 3mila posti a sedere, organizzati nel rispetto del distanziamento sociale previsto dalle misure anti-Coronavirus. Ciascuna delle tribune, inoltre, sarà dotata di maxi schermi, per permettere ai visitatori di ammirare il percorso delle supercar lungo l’intero percorso dell’anello. In più, all’altezza del Foro Boario è stata installata una struttura riservata alle persone con disabilità, ampia poco meno di 40 metri quadrati, costruita con modalità “riser” e cioè rialzata, a cui potrà accedere una ventina di spettatori. Tutte le tribune sono adeguatamente distanziate dall’anello, e quindi dai veicoli in marcia, da apposite recinzioni metalliche di tipo “betafence”, che non limitano comunque la visibilità di ciò che accade sulla pista (dove stavolta, a differenza di quanto accaduto nel 2019, quando si trattava di un’esibizione, le auto intraprenderanno una vera e propria gara).

Sempre nell’ambito delle misure anti-contagio, gli organizzatori hanno attivato accessi riservati per ciascuna delle tribune, così come rispondono a una logica di “separazione” servizi igienici, sanitari e di sicurezza. Per ognuno degli spazi sono poi previsti uno specifico “punto acqua” e la presenza di spaltisti dedicati, che, come accade in numerosi appuntamenti sportivi, potranno commerciare snack e bevande alle persone presenti. Inoltre, più in generale, tutta l’area della manifestazione è adeguatamente perimetrata e controllata, inibendo la visibilità dall’esterno, in maniera da evitare assembramenti non controllati nelle aree adiacenti alla zona della pista. Complessivamente, durante la kermesse opereranno all’“Arena Motor Valley” circa 60 operatori che si occuperanno a vario titolo di sicurezza, compresi i “Covid Patrol”, personale appositamente formato per garantire il rispetto dei protocolli sanitari contro il rischio di contagio.

Infine, l’organizzazione della manifestazione garantisce l’accesso in sicurezza al Novi Sad anche a tutti i cittadini che dovessero attraversarlo o percorrerlo per motivi diversi dalla partecipazione al festival (per muoversi, per esempio, in direzione di viale Fontanelli o di piazzale Tien an men, in cui sono stati riservati spazi ai paddock delle case automobilistiche). Sono stati programmati, infatti, slot di interruzione delle corse in pista, per permettere il passaggio dell’area e in direzione del parcheggio interrato.