“Mo’ better football”: la rassegna che verrà

23

Iniziative fuori dagli schemi con protagonisti di sport e cultura e giornalisti di stampa e tv nazionali; contenuti social, mostre, giochi, spettacoli e reading intorno al calcio e allo sport

MODENA – Avrebbe dovuto prendere il via proprio in questi giorni di aprile “Mo’ better football” che, all’insegna del #iorestoacasa, muoverà intanto i primi passi online in attesa di svilupparsi compiutamente appena sarà possibile.

Si tratta di un progetto dedicato alla narrazione sportiva, e del calcio in particolare, organizzato dall’associazione Quadro in collaborazione con il Comune di Modena, in cui sono coinvolte diverse figure che hanno a che fare con il mondo del pallone: giornalisti, atleti e addetti ai lavori ovviamente, ma anche scrittori, illustratori e musicisti che attraverso forme e linguaggi differenti quel mondo lo raccontano.

“Mo’ Better Football”, spiegano gli organizzatori, è una rassegna in cui sport e cultura s’incontrano attraverso la narrazione per generare creatività e socialità e far nascere suggestioni e interazioni tra ospiti e appassionati. Ha nel calcio la sua identità, ma è anche il pretesto per toccare altre forme espressive. La creatività che conquista e fa esaltare sul campo da calcio, si manifesta come racconto e opera artistica assumendo così un’altra veste.

Una celebrazione del calcio attraverso la narrazione letteraria e la musica, la grafica e l’illustrazione. Una visione che del calcio trasmette il valore narrativo ed evocativo. Una kermesse che desidera diventare un riferimento per autori, giornalisti, artisti e per tutti gli appassionati che amano l’essenza ultima dello sport: le storie e i valori.

La rassegna prevede una programmazione di appuntamenti durante tutto l’anno, capace di disegnare una piccola geografia di spazi diffusi in città, dove seguire incontri, assistere a spettacoli e performance, visitare mostre, partecipare a workshop. Un progetto culturale pensato come un format multidisciplinare per offrire al pubblico esperienze e prospettive diverse sul tema.

Gli strumenti in cui si articolerà il progetto sono molteplici: Incontri, ovvero dialoghi e conversazioni fuori dagli schemi delle interviste tradizionali con protagonisti dello sport e della cultura, in collaborazione con giornalisti di Sky Sport e di importanti testate nazionali; Mostre, con una selezione di artisti italiani e stranieri accumunati da una visione artistica del mondo del pallone, in cui l’illustrazione e la grafica diventano strumenti per raccontare lo sport e non solo; Live show tra monologhi, reading, spettacoli teatrali e performance; Workshop e laboratori per vivere la rassegna in maniera attiva, come possibilità didattica e formativa, sperimentando linguaggi creativi che abbiano il calcio e lo sport come tema e pretesto anche coinvolgendo le scuole; Giochi, proiezioni e altri eventi per offrire al pubblico la possibilità di divertirsi insieme in giochi di piazza, contest sportivi e non, proiezioni; Contenuti social a cura di una piccola redazione, incaricata di proporre sempre nuovi contenuti e tenere aperti i canali di comunicazione con tutti gli interessati.

Informazioni online da venerdì 10 aprile (www.mobetterfootball.it).