Misano, i giovani studenti si salutano a fine ciclo scolastico

26

MISANO ADRIATICO (RN) – A fine ciclo scolastico, un momento insieme per salutarsi dopo un anno molto particolare. E’ la ‘La festa del saluto’, organizzata dal Comune di Misano in collaborazione coi genitori per favorire un incontro fra i ragazzi che hanno terminato la quinta elementare e la terza media ed ora cominceranno un nuovo cammino scolastico.

Sabato 20 giugno è l’appuntamento con la primaria di Misano Monte, Gabelli e 5^ A di Colombo.

Domenica 21 giugno per le restanti quinte della primaria di Colombo (5B, C ed E).

Sabato 27 per le terze A, B, C dell’Istituto Comprensivo

Domenica 28 per le terze D, E, F.

L’appuntamento per tutti è presso il Parco Mare Nord, (lato casa degli scout).

Le classi arriveranno una alla volta, con orari così scaglionati a partire dalle 15.00 e fino alle 17.00. Ogni studente sarà accompagnato da un solo adulto per evitare assembramenti e garantire la massima sicurezza. E’ stato raccomandato l’uso della mascherina.

“Abbiamo colto con favore le sollecitazioni dei genitori che chiedevano di dare possibilità alle classi di ritrovarsi dopo mesi di sospensione delle attività scolastiche in presenza – dice il Vicesindaco Maria Elena Malpassi. Sarà un momento necessario ed importante per i nostri studenti e a maggior ragione per coloro che terminano un ciclo di studi e si avviano ad un nuovo percorso scolastico. È giusto creare un’occasione, favorire un incontro per rivedersi, guardarsi negli occhi e salutarsi perché, soprattutto nel caso dei ragazzi di terza media verosimilmente la maggior parte prenderà percorsi diversi.

I nostri bambini sono stati bravissimi in questi mesi, spesso molto più di noi adulti; hanno compreso l’importanza di restare a casa e con pazienza e sacrificio hanno rispettato e sopporto tutte le restrizioni imposte. Tuttavia per ora ci è impossibile accontentarli tutti, per cui abbiamo deciso di concedere questo prezioso momento ai più grandicelli che terminano il loro percorso scolastico.

Non escludo tuttavia, se le condizioni sanitarie lo consentiranno, di ipotizzare per tutti gli altri una festa di fine estate e di inizio del prossimo anno scolastico, che ci auguriamo vivamente possa iniziare in condizioni di normalità”.