Medico in vacanza va a sbattere con il monopattino elettrico contro autoambulanza in servizio

30

Aveva un tasso alcolemico circa quattro volte superiore al limite consentito

polizia- municipaleRIMINI – È circa l’1.30 di notte (quella tra sabato 11 e domenica 12 luglio) quando un’autoambulanza interviene all’altezza di piazzale Kennedy per soccorrere un ragazzo caduto sull’asfalto con il suo monopattino; un intervento come tanti, senza particolari problemi. Il giovane viene fatto accomodare sul mezzo per i controlli e le cure delle lievi ferite riportate. È in quel momento, però, che all’interno del mezzo si sente un tonfo sordo; sono gli stessi sanitari che, scesi in strada per verificare di cosa si trattasse, trovano un altro conducente di monopattino elettrico steso dolorante per terra, dopo aver battuto con il gomito proprio contro l’autoambulanza parcheggiata.

Saranno poco dopo gli agenti della Polizia locale che, intervenuti su segnalazione dei sanitari, riscontreranno al giovane un tasso alcolemico di 1,86g/l, ovvero quasi il quadruplo del limite consentito dal Codice della Strada, che disciplina anche l’utilizzo dei mezzi elettrici su due ruote, tra cui rientrano anche i monopattini elettrici. Ma non era questa l’unica sorpresa, visto che dai controlli anagrafici, il giovane risultava essere un medico, che poi dichiarerà di trovarsi a Rimini per passare un periodo di vacanza. Per il giovane medico non è scattato il ritiro della patente (in quanto non necessaria a condurre il monopattino), ma è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza, con conseguente segnalazione in Prefettura. Un caso del tutto particolare, ma che si inserisce nella più ampia attività mirata al contrasto all’abuso di alcol e alla sicurezza stradale, portata avanti durante tutto l’arco del fine settimana.

I controlli del week end

Il giovane medico non è stato infatti l’unico conduttore di monopattino ad essere fermato dagli agenti della Polizia locale. Qualche giorno prima la stessa sorte era toccata ad un 32 enne di origini francesi, fermato un tasso alcolemico di 1.40 g/l alla guida di un monopattino elettrico.

Sono state invece diverse le patenti ritirate e le sanzioni elevate dagli agenti in servizio, a partire da venerdì sera e per tutto il fine settimana nei diversi posti di controllo, tra cui quello lungo la via Destra del Porto all’altezza del giardino “I ragazzi del Parsifal”. Tre i neopatentati, per i quali il tasso alcolemico consentito è pari a zero, fermati. Ritirata la patente ad un giovane che, in seguito ad un incidente in zona via Roma, è risultato avere un tasso alcolemico di 0,70 g/l. Durante i controlli gli agenti hanno anche fermato un ventenne dell’entroterra riminese alla guida di una Vespa visibilmente “truccata”: modifiche che hanno comportato il ritiro della carta di circolazione e l’obbligo ad una revisione straordinaria del mezzo alla motorizzazione.

Altri controlli hanno riguardato il rispetto delle regole che disciplinano la vendita di alcol negli orari notturni. Gli agenti in servizio in via Destra del Porto hanno infatti fermato un ragazzo che aveva appena acquistato da una vicina attività di vendita di kebab una bottiglia di vetro. L’attività è stata sanzionata come previsto dal regolamento comunale ed è stata segnalata alla Prefettura.

Tra controlli anche quelli di una pattuglia dedicata esclusivamente ai controlli sulla vendita di alcol in particolare nella zona mare della città: tre i verbali per altrettanti titolari di minimarket che sono stati sorpresi a vendere alcol in bottiglia di vetro dopo le 22.

“Controlli mirati – è il commento dell’Amministrazione Comunale – ad elevare la sicurezza delle nostre strade. È bene ricordare che i monopattini elettrici, al pari di tutti i mezzi a due ruote, sono regolamentati dal Codice della strada. Prima ancora delle sanzioni, la nostra attività di controllo mira ad informare i conducenti sulle loro responsabilità. Le attività proseguiranno con regolarità anche nei prossimi giorni in diversi punti del territorio cittadino”