“L’ultima soluzione – 1977: estate di sangue a Baura. Le indagini del commissario Alberti” l’8 agosto la presentazione

36

Domenica, alle ore 21.00, nella Sagra di San Lorenzo di Baura presso il gazebo in piazza, di fronte alla chiesa sarà presentato il romanzo di Lauro Marzola

FERRARA – Domenica 8 agosto 2021, alle ore 21.00, nella Sagra di San Lorenzo di Baura presso il gazebo in piazza, di fronte alla chiesa, verrà presentato il romanzo giallo di Lauro Marzola “L’ultima soluzione – 1977: estate di sangue a Baura. Le indagini del commissario Alberti”, pubblicato dalla casa editrice ferrarese Faust Edizioni di Fausto Bassini nella collana di narrativa ‘I nidi’.

Ne parlerà con l’autore Maurizio Ganzaroli.

Con la partecipazione del Presidente della Pro Loco di Baura Lorenzo Pasti.

L’ingresso è libero e gratuito. L’evento si svolgerà nel pieno rispetto delle normative anti-covid; per accedere alla sagra non verrà richiesto il Green Pass.

TRAMA DEL ROMANZO.

Nel giugno del 1977 a Baura, ruspante frazione in provincia di Ferrara dove la vita si dipana quieta nelle sue abitudini, si preannuncia una di quelle tipiche estati padane in cui il sole «ha una sposa pedante che si chiama umidità».

Nella settecentesca Villa Belli, tra i suoi altolocati ospiti, fervono i preparativi per le vacanze che trascorreranno insieme in una sfavillante crociera. Sotto la cenere dei rapporti interpersonali cova, però, la scintilla del Male che – alimentata dalle passioni, dalle gelosie e dalla cupidigia – accende il fuoco della tragedia: il sangue inizia a scorrere quella notte, con due morti apparentemente inspiegabili. Tutti sono indiziati, ognuno con un valido movente: tradimento, vendetta o tornaconto economico? Chi è, o chi sono i colpevoli?

In quei giorni, inoltre, un allevatore di maiali del paese (la cui prima moglie è scomparsa dodici anni prima in circostanze misteriose) si presenta alle autorità per denunciare che la sua attuale seconda moglie si è allontanata da casa…

A scavare dentro queste due storie parallele, nell’acqua di torbidi sentimenti nera come un canale di campagna, sarà chiamato il ferrarese Luciano Alberti, baffuto commissario capo della locale Questura, ex partigiano e poliziotto d’altri tempi. Coadiuvato dall’ispettore capo Nicola Pavani, anch’egli ferrarese, un esuberante dongiovanni in jeans Fiorucci a zampa d’elefante e Ray-Ban Aviator, e dall’ispettore Claudio Capece detto ‘o Polipo, erculeo napoletano buon padre di famiglia, il commissario Alberti cercherà di far luce su quella estate di sangue, sospesa tra un film poliziottesco di Maurizio Merli e un panino all’Ustariaza in via Piangipane, tra un ciclomotore Califfone e un’ormonale serata alle Cupole di Tamara, tra la musica di Onda Radio Libera 102 e la Giulia 1600 verde oliva della Polizia. Una Ferrara con i telefoni a gettoni e i cinema di paese, che non esiste più.

L’AUTORE.

LAURO MARZOLA è nato a Ferrara nel 1957. Dall’infanzia ai diciotto anni ha vissuto a Torino, ma come ogni emigrante il suo cuore è rimasto fortemente legato alla terra natale e al paese di Baura, dove ogni anno trascorreva le vacanze. Nel 1978 è tornato definitivamente a casa e dal 1982 ha iniziato a lavorare nel settore ambientale per il Comune di Ferrara, sino a divenire cofondatore nel 2013 dell’azienda di disinfestazione e derattizzazione Exera. Accanito lettore di fumetti e libri noir, nutre una passione particolare per autori quali Léo Malet e Georges Simenon. Da un paio di anni è in pensione.

Il romanzo d’esordio “L’ultima soluzione” è il primo della saga che vede protagonista il commissario ferrarese Luciano Alberti.