Luglio a Teatro 2022

30

Dall’1 al 15 luglio sono quattro gli appuntamenti del programma estivo del Teatro Comunale di Ferrara, il cui filo rosso è la musica

CUCINOTTA MARIA GRAZIA

FERRARA – Don Giovanni di Wolfgang Amadeus Mozart debutta in scena il 1° luglio al Teatro Abbado, con replica il 3 luglio, sempre alle ore 20.30. Un’opera giocosa come il Don Giovanni si adatta perfettamente all’ambiente circense, e viceversa. Il teatro si trasforma in un circo di cent’anni fa, oltre ai cantanti verranno coinvolti artisti e giocolieri, tra carrozzoni, il grande tendone, luci e profumo di zucchero filato. Si tratta di un progetto dall’anima internazionale, innovativo e corale, che coinvolge un cast di professionisti d’eccezione. Dopo Ferrara, per la prima volta il Teatro Comunale raggiunge l’Oriente con una sua produzione: a ottobre, infatti, il Don Giovanni volerà in Corea del Sud, e sarà inserito nella prestigiosa rassegna di Daegu Opera House.

Il musical Qualcosa di marcio (Something Rotten) è in cartellone il 9 luglio alle ore 21, con replica il 10 luglio alle 16 e alle 21. Dopo il successo di Nine lo scorso anno, la Bernstein School of Musical Theater torna con un nuovo, divertente e appassionante spettacolo, che vede in scena gli artisti più talentuosi e promettenti della prima scuola di musical in Italia. I due fratelli Bottom, Nick e Nigel, cercano disperatamente di scrivere una commedia di successo, ma vivono nell’ombra di quella rock star rinascimentale nota come “Il Bardo”, niente di meno che William Shakespeare.

Venerdì 15 luglio alle ore 21 chiude la stagione Concerto grosso per Luis Bacalov, un omaggio al grande cinema e alle musiche del compositore italo-argentino, Premio Oscar con il film del 1994 “Il Postino”, diretto da Michael Radford, con Massimo Troisi, Philippe Noiret e Maria Grazia Cucinotta. E proprio l’attrice siciliana sarà ospite a Ferrara per l’occasione, per una serata musicale carica di emozioni con l’Orchestra Città di Ferrara & gli Ànema.

Gli spettacoli Don Giovanni, Qualcosa di marcio e Concerto grosso per Luis Bacalov sono realizzati con il sostegno di Eni Versalis e del Ministero della Cultura, della Regione Emilia-Romagna e del Comune di Ferrara.

NOTTE ROSA IN CERTOSA

Oltre ai tre titoli al Comunale, il Teatro propone un concerto dedicato a Mozart, che si inserisce all’interno delle iniziative della Notte Rosa. Il 2 luglio alle ore 21.30, nel parco della Certosa Monumentale di Ferrara, è in programma Mozart, le donne, gli amori, soirée dedicata al compositore che coinvolge alcuni protagonisti dell’opera Don Giovanni: i solisti Guido Dazzini, Younggi Do, Gesua Gallifoco, Aleksandra Kirsanova e Gianluca Convertino, l’Orchestra Città di Ferrara e il Coro Polifonico di Santo Spirito, diretti da Daniel Smith. In programma musiche e arie tratte dalle opere mozartiane Così fan tutte, Le nozze di Figaro e Don Giovanni.

GLI SPETTACOLI A TEATRO NEL DETTAGLIO

Teatro Comunale di Ferrara

1 e 3 luglio 2022 ore 20.30

Wolfgang Amadeus Mozart

Don Giovanni

dramma giocoso in due atti

musica di Wolfgang Amadeus Mozart

libretto Lorenzo Da Ponte

Editore Bärenreiter Verlag, Kassel

Rappresentante per l’Italia Casa Musicale Sonzogno di Piero Ostali, Milano

personaggi e interpreti

Don Giovanni Guido Dazzini / Giovanni L. Failla (*)

Il Commendatore Alessandro Agostinacchio

Donna Anna Yulia Merkudinova

Don Ottavio Younggi Do  / Lorenzo Martelli (*)

Donna Elvira Marta Lazzaro

Leporello Giulio Riccò

Masetto Valerio Morelli

Zerlina Gesua Gallifoco / Silvia Caliò (*)

(*) seconda recita

acrobata Angela Francavilla

direttore musicale Leone Magiera

direttore Daniel Smith

Orchestra Città di Ferrara

Coro Teatro Comunale di Ferrara

maestro del coro Francesco Pinamonti

progetto registico Adrian Schvarzstein e Jurate Sirvyte Rukstele

messa in scena Moni Ovadia

scene e costumi Lilli Hartmann

luci Marco Cazzola

movimenti coreografici Jurate Sirvyte Rukstele

Nuova produzione Fondazione Teatro Comunale di Ferrara e Korea Foundation Daegu Opera House

Nel Don Giovanni che debutterà al Comunale, il protagonista è un domatore di tigri (e non solo) di una compagnia circense itinerante, giunta in quei giorni a Ferrara. Leporello è il clown, mentre il Commendatore è l’impresario non sempre ben visto dai suoi dipendenti. E poi c’è donna Anna, sua figlia, acrobata cavallerizza, e donna Elvira. La vita di questi artisti nomadi è nei carrozzoni del circo, tra spostamenti e territori non sempre accoglienti in cui approdare, alla ricerca sempre della prossima avventura.

A dirigere l’Orchestra Città di Ferrara sarà l’australiano Daniel Smith, pluripremiato musicista tra i più entusiasmanti della scena musicale internazionale. I cantanti coinvolti sono stati selezionati tra oltre 300 artisti provenienti da tutto il mondo. Verranno preparati in queste settimane a Ferrara da Leone Magiera, scopritore di talenti del belcanto quali Luciano Pavarotti e Mirella Freni.

Al progetto registico lavora Adriàn Schvarzstein, argentino d’origine e spagnolo d’adozione, insieme a Jurate Sirvyte Rukstele, cui sono affidati anche i movimenti coreografici. Adriàn Schvarzstein è clown, attore, regista teatrale e di circo contemporaneo, ha lavorato con Dario Fo e Pina Bausch. La messa in scena sarà curata da Moni Ovadia: sarà per lui un debutto teatrale in questo ruolo. I costumi e la scenografia sono stati realizzati dalla costumista e scenografa tedesca Lilli Hartmann, le luci da Marco Cazzola.

Venerdì 24 giugno alle ore 18 al Ridotto del Teatro è in programma Prima della Prima, con Moni Ovadia e Leone Magiera. La presentazione è a cura di Cristiano Bendin (Il Resto del Carlino). L’attività è realizzata grazie al contributo concesso alla Biblioteca della Fondazione Teatro Comunale dalla Direzione generale Educazione, ricerca e istituti culturali del Ministero della cultura. Ingresso libero.

Teatro Comunale di Ferrara

9 luglio 2022 ore 21:00 e 10 luglio ore 16:00 e 21:00

William Shakespeare

Qualcosa di marcio (Something Rotten)

libretto Karey Kirkpatrick e John O’Farrell

musiche e liriche Wayne Kirkpatrick e Karey Kirkpatrick

Traduzione liriche e libretto a cura di Franco Travaglio

da un’idea di Karey Kirkpatrick e Wayne Kirkpatrick

direttore di scena Alessandro Di Giulio

disegno fonico Tommaso Macchi

disegno luci Emanuele Agliati

scenografie in collaborazione con Accademia delle Belle Arti di Bologna

costumi Silvia Cerpolini e Fabio Cicolani

coreografie Gillian Bruce

direzione musicale Shawna Farrell

regia Mauro Simone

BSMT Productions

Qualcosa di marcio è un’idea di Karey e Wayne Kirkpatrick (loro anche le musiche e le liriche), su libretto di Karey Kirkpatrick e John O’Farrell, e la traduzione a cura di Franco Travaglio. La regia è di Mauro Simone, i costumi di Silvia Cerpolini e Fabio Cicolani, le coreografie di Gillian Bruce e la direzione musicale di Shawna Farrell. Direttore di scena è Alessandro Di Giulio, il disegno fonico è di Tommaso Macchi, il disegno luci è di Emanuele Agliati. Le scenografie sono realizzate in collaborazione con l’Accademia delle Belle Arti di Bologna. Le musiche saranno eseguite dal vivo.

Qualcosa di marcio (Something Rotten) è ambientato negli anni ’90 del Cinquecento. I fratelli Nick e Nigel Bottom cercano disperatamente di scrivere una commedia di successo, ma sono bloccati nei loro insuccessi a causa di quella rock star rinascimentale nota come “Il Bardo”, niente di meno che William Shakespeare. Nick disperato, chiede aiuto a un indovino locale, nipote del famoso profeta Nostradamus, il quale dice che il futuro del teatro prevede il canto, la danza e la recitazione allo stesso tempo, Nick e Nigel così decidono di scrivere il primo musical al mondo. Ma tra l’eccitazione del successo e la volontà di battere sul tempo il famoso rivale, i due si ritrovano a portare in scena un musical che si rivela un terribile flop e che li porterà in esilio fino in America dove potranno esportare questo nuovo e deleterio genere teatrale. Qualcosa di marcio è uno spettacolo stravagante, energico, ma soprattutto divertente, con numeri cantati e ballati travolgenti.

Prima scuola di Musical Theater in Italia, la Bernstein School of Musical Theater è stata fondata nel 1993 ed è presto diventata leader nella formazione dei giovani artisti. Con sede a Bologna, nel 2020 è diventata la prima scuola di Musical Theater ad essere riconosciuta come soggetto AFAM (istituzione di Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica).

Teatro Comunale di Ferrara

15 luglio 2022 ore 21

Concerto Grosso per Luis Bacalov

con Maria Grazia Cucinotta

Orchestra Città di Ferrara & Ànema

konzertmeister Antonio Aiello

regia Carlos Branca e Rosanna Pavarini

in collaborazione con Scuola d’Arte Cinematografica Florestano Vancini

solisti Rachele Amore, Erika Corradi, Giuseppe Ferro e Cecilia Ottaviani

Pasquale Morgante, tastiere

una produzione Fondazione Teatro Comunale di Ferrara

Concerto grosso per Luis Bacalov è un omaggio al grande cinema e alle musiche del grande compositore italo-argentino, Premio Oscar con il film del 1994 “Il Postino”, diretto da Michael Radford, con  Massimo Troisi, Philippe Noiret e Maria Grazia Cucinotta. E proprio l’attrice siciliana sarà ospite a Ferrara per l’occasione, in programma venerdì 15 luglio alle ore 21.

Maria Grazia Cucinotta tesse le fila della serata che unisce musica, teatro e cinema, con la regia di Carlos Branca e Rosanna Pavarini. Sul palco l’Orchestra Città di Ferrara (konzertmeister è Antonio Aiello) & Ànema, che interpretano alcune delle colonne sonore che hanno segnato la straordinaria carriera del compositore. Alla serata partecipano anche gli allievi della Scuola d’Arte Cinematografica Florestano Vancini, e i solisti Rachele Amore, Erika Corradi, Giuseppe Ferro e Cecilia Ottaviani, accompagnati da Pasquale Morgante alle tastiere. Lo spettacolo chiude la stagione 2022 del Teatro Comunale.

Luis Bacalov collaborò con i più grandi registi, tra cui Pier Paolo Pasolini (ne Il Vangelo secondo Matteo), Sergio Corbucci, Michael Radford (con Il Postino), Carlo Lizzani, Mario Monicelli, Francesco Rosi, Federico Fellini (La città delle donne) e Quentin Tarantino (Django Unchained e Kill Bill). Verrà ricordato con le sue canzoni più belle, tratte dai film che l’hanno reso celebre in tutto il mondo.

Giovedì 7 luglio alle ore 18 al Ridotto del Teatro è in programma Prima della Prima, con il direttore artistico Marcello Corvino e il regista dello spettacolo Carlos Branca. Ingresso libero. L’attività è realizzata grazie al contributo concesso alla Biblioteca della Fondazione Teatro Comunale dalla Direzione generale Educazione, ricerca e istituti culturali del Ministero della cultura.

BIGLIETTI E TARIFFE

Don Giovanni

Biglietti a partire da 11 a 30 euro (prezzo intero), con tariffe dedicate.

Qualcosa di marcio (Something Rotten)

Biglietti a partire da 15 euro (loggione), 18 euro per palco laterale e galleria, 20 euro per platea e palco centrale. Prezzo ridotto a 10 euro per ragazzi fino a 12 anni.

Concerto grosso per Luis Bacalov

Biglietti a partire da 9 a 22 euro (prezzo intero), con tariffe dedicate.

Mozart, le donne, gli amori

Biglietto prezzo simbolico di 3 euro, in vendita su www.teatrocomunaleferrara.it, su www.vivaticket.com e in sede di spettacolo a partire da un’ora prima dell’inizio dell’evento

La biglietteria si è spostata in Corso Martiri della Libertà 21 (ex antiquario Zoboli) ed è aperta il martedì e mercoledì dalle 16 alle 19, giovedì, venerdì e sabato dalle 10 alle 12,30 e dalle 16 alle 19. Lunedì, domenica e festivi chiuso.

Per informazioni e vendite sul sito www.teatrocomunaleferrara.it, sul circuito VivaTicket e in biglietteria.

Info | tel. 0532 202675 | biglietteria@teatrocomunaleferrara.it