L’operatività aziendale di PRISMI non si ferma

24

La società è in regola con le più recenti disposizioni governative introdotte per gestire l’emergenza COVID-19

MODENA – PRISMI SpA, società quotata sul segmento AIM di Borsa Italiana e leader nel settore del Digital Marketing, in merito all’emergenza sanitaria Covid-19, a seguito delle ulteriori misure restrittive annunciate dal Presidente del Consiglio dei Ministri del 21 marzo u.s., comunica che la società prosegue la piena continuità operativa attraverso lo svolgimento delle attività lavorative in modalità smart working, nella sede centrale di Modena, in quella di Milano della controllata Wellnet e in tutte le sedi periferiche del Gruppo (Civitanova Marche, Legnano, Pinerolo e Saluzzo), confermando il suo impegno all’adempimento più rigoroso delle prescrizioni comunicate dal Governo.

PRISMI e Wellnet si sono organizzate in modo tale da poter far fronte con completezza e in tempi ragionevoli, pur a ranghi ridotti e naturalmente in regime di smart working, alle esigenze dei loro clienti, seguendo le commesse già attive non meno di quelle in via di affidamento.

Anche gli addetti all’area commerciale sono stati dotati degli strumenti più idonei per far fronte alle istanze della clientela e tutto il personale è informato sulle procedure cui attenersi.

L’azienda comunica che ha da tempo attivato politiche di smart working per adeguarsi alla crisi sanitaria del Coronavirus Covid-19, nella consapevolezza che considerati i recenti andamenti e le previsioni che possono, oggi, ragionevolmente essere formulate, questa modalità di svolgimento del lavoro non sarà un fenomeno passeggero, ma sarà piuttosto un cambiamento destinato a durare a lungo e a modificare non solo la vita lavorativa, ma anche quella sociale dei singoli, delle famiglie e delle imprese.

Tutto ciò in linea con le disposizioni contenute nel Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dell’11 marzo 2020 e alle sue più recenti evoluzioni annunciate dal Presidente del Consiglio la sera del 21 marzo 2020, volte, tra l’altro, ad azzerare i contatti fisici per evitare il diffondersi dell’epidemia.

In tal senso, PRISMI S.p.A. ha attivato tutte le procedure e modalità possibili per garantire la massima sicurezza ai propri collaboratori, molti dei quali pendolari e abituati ad utilizzare i mezzi pubblici per recarsi al lavoro.

“Il digitale sarà uno strumento decisivo per tutte le imprese che sapranno puntare con consapevolezza e lungimiranza sulla tecnologia e sulla formazione. Siamo tutti chiamati, da un punto di vista personale prima che professionale, a far fronte a uno stato di emergenza che riguarda la nostra collettività”. Afferma Alessandro Reggiani, Presidente e Amministratore Delegato di PRISMI S.p.A., che aggiunge:

“L’adozione dello ‘smart working’ e di altri accorgimenti in linea con quelli dettati dal CdM ci consentono di tutelare i nostri collaboratori e al contempo di continuare a supportare i nostri clienti, consentendo loro di perseguire i propri obiettivi e di raggiungere insieme i risultati di business prospettati”.

Il Covid-19 non deve bloccare le idee ma offrire le migliori opportunità per avviare, proseguire e rafforzare la “digital transformation”, in grado di creare nuove prospettive di sviluppo.

La digitalizzazione, insomma, si dimostra non solo un metodo ma anche una possibilità concreta di dare risposte efficaci a qualunque emergenza e progetto: le aziende che sapranno cogliere appieno i benefici dell’innovazione digitale saranno quelle in grado di uscire, prima e meglio di tante altre da questo periodo di difficoltà.