L’EstateFarnese tra cultura e spettacolo

22

Al via anche il Cinema sotto le stelle all’Arena Daturi

PIACENZA – Si è svolta venerdì 1 luglio a palazzo Farnese la conferenza stampa di presentazione dello spettacolo “Le e-mail impossibili”, che andrà in scena giovedì 7 luglio a Palazzo Farnese con ingresso gratuito

SCHEDA DI PRESENTAZIONE

Spettacolo:          LE E-MAIL IMPOSSIBILI

Promosso da:            CRAL USL PIACENZA A.P.S.

Realizzazione:          iCanzonieri ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE

Con la collaborazione:      Accademia di Danza Domenichino da Piacenza e Scuola GALDUS Società Cooperativa Sociale

Regia di:              Guido Mezzera

Curatore:            Paolo Merli, presidente CRAL USL PIACENZA A.P.S.

Contenuto: Lo spettacolo porta sul palcoscenico uno spaccato del libro “Le email impossibili”, scritto da Guido Mezzera con i ragazzi della scuola Galdus di Milano, e con fotografie di Giuliana Moroni, pubblicato in formato e-Book alla fine di dicembre 2021 con la collaborazione di Paolo Merli. Si tratta del secondo ebook, che porta lo stesso sottotitolo del primo libro pubblicato nel 2020: “per non dimenticare, né adesso né dopo”.

Il primo ebook, intitolato Un giorno dopo l’altro, uscito a Natale del 2020, ha avuto un successo tanto inatteso quanto clamoroso nelle sue proporzioni: più di 155.000 persone hanno scaricato e visualizzato il libro. Nel primo ebook l’autore ha raccontato, attraverso testimonianze, appunti e spunti di riflessione, quello che è accaduto durante i primi mesi della pandemia. Da quel libro è nato poi lo spettacolo che è stato replicato in alcune “piazze”, nel vero significato di luoghi all’aperto con spettatori anche occasionali. Due location in provincia di Varese, una a Milano ed una a Piacenza nel suggestivo cortile di Palazzo Farnese.

Dunque anche lo spettacolo Le email impossibili prende le mosse dall’omonimo libro ed stato pensato, ancora una volta, come una rappresentazione “di piazza”, rivolta ad un pubblico che viene coinvolto in quanto protagonista dei contenuti che vengono espressi dalle parole e dalle testimonianze scritte e poi recitate dai ragazzi, insieme ai racconti e ai commenti di Guido Mezzera. Come per il primo spettacolo, si genera un dialogo dal palco alla platea e viceversa, uno scambio di ruoli tra chi racconta le sue storie, le sue paure, le sue speranze, e chi, ascoltandole, le riconosce come proprie.

Gli anni 2021 e 2022, dopo l’improvviso e stravolgente avvento della pandemia, hanno messo a nudo tutta la fragilità umana, quella che c’era anche prima, quella che non è semplicemente l’esito della paura per aver perduto le certezze con le quali ci si poteva illudere di possedere, determinare, gestire la propria vita.

L’impossibilità di “ripristinare” le condizioni pre Covid hanno costretto tutti a riascoltare quelle domande esistenziali, da tempo (talvolta anche secoli di storia del pensiero umano) sepolte sotto convenzioni di comodo, convinzioni ereditate e mai messe in discussione, soddisfazioni di fugaci e facili desideri. I ragazzi che hanno partecipato alla scrittura del libro e alla realizzazione dello spettacolo, sono i più autentici e fragili testimoni di questo disagio, ma anche i più convinti e audaci interpreti di questo cambiamento atteso. Protagonisti dello spettacolo sono quindi le loro domande, le loro paure, i loro desideri, le loro delusioni, le loro speranze. Le stesse di tutti.

Progetto in sintesi: Lo spettacolo porta in scena alcune email, scelte tra le settantadue presenti nel libro, utilizzando diversi linguaggi e momenti espressivi.

Ciascuna mail è introdotta da un’immagine fotografica, proiettata su un grande schermo che fa da sfondo allo spazio della rappresentazione. In alcuni casi un brano musicale, eseguito dal vivo dai musicisti de “iCanzonieri”, accompagna questo primo momento, in altri il commento musicale chiude lo spazio della mail, sono anche previsti intermezzi di danza eseguiti dall’Accademia di Danza Domenichino da Piacenza.

I ragazzi, autori delle mail, prendono a turno la scena e leggono la loro mail, accompagnati da un tappeto musicale dal vivo, eseguito con la fisarmonica.

Guido Mezzera, interviene con commenti o brevissime riflessioni.

La durata dello spettacolo, che non presenta intervalli, è di circa un’ora e mezza.

Lo spettacolo a Estate Farnese 2022: Il 7 luglio il CRAL USL PIACENZA A.P.S. con i Canzonieri, l’Accademia di Danza Domenichino da Piacenza e gli studenti della Scuola Galdus, presenta lo spettacolo “LE EMAIL IMPOSSIBILI”, come già evidenziato è nato da un lavoro iniziato a settembre 2021 dall’invito dello scrittore Guido Mezzera, alla prese con il suo secondo libro dedicato al lockdown, e dalla sua sollecitazione rivolta agli studenti della Scuola Galdus di Milano.

679 ragazzi hanno risposto scrivendo in merito al tempo che stavano vivendo, alla sua cornice di male, ma con un contenuto contrassegnato anche da tanti segni di bene.

Un centinaio di e-mail dei ragazzi, sono state inviate all’autore dopo essere state scelte dagli insegnanti di lettere, per essere inserite nel libro, pubblicato a Natale 2021, con il contributo fotografico di Giuliana Moroni.

È poi arrivata la proposta di mettere in scena il contenuto del libro in forma di spettacolo, l’inizio in sordina, tra mille preoccupazioni, impegni e vincoli, ma poi un grande entusiasmo. Soprattutto la commovente convinzione, nei compagni di Laura Bonetti di quarta pasticcieri, studentessa appassionata, morta di cancro il 4 novembre 2021 dopo avere inviato la sua mail, alla quale si è deciso di dedicare quest’opera per parlare di lei, ma soprattutto di quel “Bene” dentro il “Male” che abbiamo avuto modo di incontrare insieme alla sua morte, di quel desiderio di infinito che abbiamo avvertito e non vogliamo dimenticare e offuscare!

  • “LE EMAIL IMPOSSIBILI” è uno spettacolo fatto da giovani che hanno parlato dei loro sogni, dei desideri e delle difficoltà di questi tempi, descritte attraverso le parole di settantadue e-mail “impossibili”, accompagnate da musiche, canti e scenografie di danza.
  • Regia di GUIDO MEZZERA con la collaborazione di PAOLO MERLI
  • In scena con l’autore i ragazzi della SCUOLA GALDUS
  • Con il gruppo musicale de iCanzonieri e la partecipazione dell’Accademia di Danza Domenichino da Piacenza
  • Fotografie di GIULIANA MORONI
  • Presenta AGOSTINO MAFFI
  • Cortile monumentale di Palazzo Farnese a Piacenza
  • Giovedì 7 LUGLIO 2022 alle ore 21:15

INGRESSO LIBERO