«Le chiese scomparse di Piacenza: ottava tappa»

5

Mercoledì 19 maggio, alle ore 18.00, l’ottavo appuntamento da Sant’Agostino all’antico castello di Valverde

PIACENZA – Per la rassegna culturale «Primavera ad arte» arriva un nuovo appuntamento in presenza alla scoperta delle chiese scomparse di Piacenza, trasformate demolite o dismesse. Si tratta del ritorno di un itinerario che ha riscosso grande interesse da parte del pubblico: un viaggio a ritroso nel tempo, che intende svelare ma soprattutto raccontare il mito delle 100 chiese.

L’appuntamento è per mercoledì 19 maggio, ore 18.00. Partendo dal sagrato dell’antica chiesa di Sant’Agostino si racconterà la storia di un tempio sorto sulle ceneri di un antico castello, la cui fama attirò sotto Napoleone visitatori da ogni parte d’Europa, e da qui la narrazione continuerà sull’asse di via San Siro e Via Nova, sulle tracce di altre chiese e con gli occhi rivolti al bello, fino ad arrivare in Via Taverna. Qui si scoprirà una vicenda poco nota, ma che si ricollega con la partenza: sulle rovine di un altro castello (quello di Valverde), fu demolito negli anni sessanta del secolo scorso il convento di S. Maria in Valverde.

La visita si svolgerà all’aperto in tutta sicurezza, con partecipazione contingentata, uso obbligatorio della mascherina e distanza interpersonale di almeno un metro; è obbligatoria la prenotazione a cattedralepiacenza@gmail.com (canale preferenziale) o al numero 3314606435.

La quota di partecipazione è di € 7 a persona. Attivazione a numero minimo di adesioni.