L’Award per lo sport inclusivo al Circolo della Spada di Rimini

35

Venerdì 14 aprile al Palasport Flaminio la consegna del riconoscimento al Maestro d’arme Paola Caudarella alla presenza del Sindaco di Rimini per l’attività che la scuola di scherma riminese svolge con gli atleti della categoria paralimpica

RIMINI – Una palestra di scherma e di inclusione. È quella del Circolo della Spada di Rimini che venerdì 14 aprile (ore 17.30 al Palasport Flaminio) riceverà l’Award Sport inclusivo, un riconoscimento per l’attività che la scuola di scherma riminese svolge con gli atleti delle categorie olimpica e paralimpica con determinazione da decenni.

Una scuola di scherma per includere tutti attraverso lo sport: sulla pedana del Circolo della Spada riminese duellano atleti di tutte le età, in carrozzina, normodotati o con diverse forme di disabilità. Ognuno lavora con il proprio gruppo e per fasce d’età, ma sulla “pedana” tutti si incrociano con tutti: i ragazzi agganciano il cavo di collegamento segnapunti e si siedono sulla carrozzina per ‘tirare’ di spada insieme, per allenarsi alla scherma, ma anche per imparare che la vita è fatta di diversità.

A guidare il Circolo della Spada di Rimini è il Maestro d’Arme Paola Caudarella, campionessa italiana nella spada individuale e oro in Coppa del Mondo, guida tecnica del Circolo della Spada, la prima società schermistica riminese, fondata nel lontano 1949 da Angelo Pagnini, olimpionico di Amsterdam e di Los Angeles, Gustavo Voltolini e Vasco Ferranti.

A consegnare il riconoscimento il Sindaco di Rimini Jamil Sadegholvaad. Nel contesto dell’iniziativa, la cui finalità è sostenere l’inclusione degli atleti paralimpici riminesi e la loro integrazione con i giovani schermitori della città, verrà consegnato anche un contributo economico da parte delle aziende del territorio per l’acquisto di materiale da destinare agli atleti paralimpici riminesi. In rappresentanza degli imprenditori il premio verrà consegnato dal dottor Giulio D’Angelo.

Non mancheranno le stelle del Circolo della Spada che partecipano all’attività agonistica della federazione italiana scherma e che hanno brillato in questi mesi nelle prove nazionali paralimpiche: Arianna Palmieri, atleta paralimpica che di recente ha ottenuto importanti traguardi alle prove nazionali disputate a San Lazzaro con un secondo posto Fioretto femminile e terzo posto Spada femminile categoria B, Sara Valenti terza classificata fioretto e settima classificata Spada, Fabio Avanzolini settimo classificato Spada maschile categoria A.

Paola Caudarella ha iniziato l’attività con atleti disabili nel 2004, lavorando con atleti con diversa disabilità fisico-motoria o dello spettro dell’autismo. Attualmente l’associazione sportiva conta una cinquantina di atleti tesserati sia a livello giovanile che adulti.