Lavori Pubblici; assegnati i lavori di riqualificazione di Viale della Libertà

12

comune di forlìAl via il 1° lotto per un importo complessivo di circa 1 milione di €

FORLÌ – Sono stati affidati in questi giorni i lavori di riqualificazione di viale della Libertà relativi al 1° lotto, la cui durata preventivata è di 12 mesi a decorrere dalla prossima primavera. “A dispetto di chi ci ha accusati, e continua ad accusarci, di immobilismo e mancanza di progettualità, dopo la presentazione del 2° chiostro del San Domenico, l’avvio dei lavori alla palazzina “Ex Ramilli” e l’imminente realizzazione della rotatoria di Viale Corridoni/Viale Bolognesi, i nostri uffici hanno assegnato in questi giorni i lavori di riqualificazione e restyling di Viale della Libertà. Un progetto che si inserisce in un contesto più ampio e strategico di valorizzazione e risanamento del quartiere razionalista che, appunto, parte dal recupero dell’imponente viale, realizzato nel 1927 ed inaugurato il 30 ottobre dello stesso anno.”

A darne notizia è l’Ass.re ai lavori pubblici, Vittorio Cicognani, che parla di “interventi urgenti ed indifferibili in virtù dell’importanza storica dell’opera e perché Viale della Libertà rappresenta per i forlivesi un forte e significativo elemento di orgoglio, di grande innovazione, modernità e rinascita. Si tratta nello specifico, di lavori stradali riguardanti la riqualificazione di tutte le aiuole alberate, del controviale e dei marciapiedi lato centro storico e lato Ex-GIL, compresa la predisposizione di tutta l’illuminazione del viale e di quella monumentale.”

“Il restauro e il risanamento conservativo del viale” – conclude Cicognani – “è sempre stato uno dei maggiori propositi delle varie Amministrazioni che si sono succedute alla guida della nostra città; proposito che si è sempre arenato di fronte all’imponenza dell’opera. Dunque, non può che rappresentare una nota d’orgoglio per questa Giunta l’affidamento e l’imminente avvio dei lavori relativi al 1° lotto a cui faranno seguito quelli del secondo stralcio per restituire infine al nostro viale il suo intrinseco e prezioso valore storico.”