L’Associazione Cinese dell’Emilia-Romagna dona trentamila mascherine al Comune di Bologna

BOLOGNA – Sono state consegnate questa mattina trentamila mascherine monouso donate dall’”Associazione Cinese dell’Emilia-Romagna” al Comune di Bologna.

Dopo una ricognizione delle necessità effettuata dall’assessore alla Sanità Giuliano Barigazzi, da quello al Lavoro Marco Lombardo e dal Direttore Generale del Comune Valerio Montalto le mascherine sono state suddivise in questo modo: 8000 sono state destinate all’Asl e al Policlinico di S. Orsola, 7000 per il personale del Comune di Bologna con priorità ai dipendenti che operano a contatto con gli utenti, 2300 per ASP Città di Bologna, 6700 per il personale del Consorzio Aldebaran che si occupa dell’assistenza domiciliare per anziani e disabili, dell’assistenza educativa domiciliare, 6000 rivolte alle Case Residenza Anziani (CRA) del territorio accreditate.

“Ringrazio dal profondo del cuore l’Associazione Cinese dell’Emilia-Romagna per questa donazione che ci aiuta in un momento così complicato – dichiara il sindaco Virginio Merola – un gesto di alto valore civico che ci deve responsabilizzare ancora di più nel rispetto delle restrizioni di questo periodo”.

Questa mattina inoltre sono state consegnate al personale dei dieci Uffici relazione con il pubblico (URP) del Comune di Bologna scatole contenenti guanti usa e getta e mascherine ai carboni attivi (riutilizzabili dalla stessa persona) acquistate dall’Amministrazione Comunale. L’attività degli URP è considerata un servizio indifferibile e prevede presenza di personale.

Nella foto sulla destra il presidente dell’Associazione Cinese dell’Emilia-Romagna Yang Erwei