Laboratorio per bambini con “l’Archivio sono io”

4

Domenica 9 gennaio, in due turni alle 15 (dai 6 anni) e alle 17 (dai 10 anni), si sperimenta la ricerca archivistica sulla mostra “Rompete le righe!”. Su prenotazione

MODENA – Nuovo appuntamento, domenica 9 gennaio, con l’Archivio sono io, il ciclo di laboratori storico-creativi per bambini e ragazzi proposti dall’Archivio storico comunale che offre l’occasione di vestire i panni di un giovanissimo archivista e provare a scoprire la storia della città e delle persone esplorando i documenti.

Domenica 9 gennaio, alle 15 per i bambini dai 6 ai 9 anni e alle 17 per i ragazzi dai 10 ai 12 anni, negli spazi del Dida, a Palazzo dei Musei (con ingresso da viale Vittorio Veneto 5) si sperimenta il fascino della ricerca sui documenti con il laboratorio incentrato sulla mostra “Rompete le righe! Il genere come stereotipo” nell’ultimo giorno di apertura. Bambini e ragazzi, accolti in Archivio da un personaggio modenese riemerso dal passato, saranno guidati alla scoperta di testi, fotografie, libri, articoli e pubblicità esposti in mostra che documentano l’esistenza di stereotipi di genere nel corso dei secoli e invitati a riflettere sul tema attraverso il gioco e l’espressione artistica.

L’incontro, che si svolge nel rispetto delle misure di sicurezza anti Covid, è preceduto da una breve visita all’Archivio storico durante la quale i bambini dovranno essere accompagnati da un adulto munito di Green pass.

L’ingresso al laboratorio è gratuito, ma è necessario prenotarsi via mail (info.archivio.storico@comune.modena.it), indicando nome, cognome, età dei partecipanti e il contatto telefonico dell’adulto accompagnatore. Per informazioni: 059 2033450; www.comune.modena.it/archivio-storico; fb archiviostorico.modena

I prossimi appuntamenti con il ciclo di laboratori, curato da Pophistory, sono in programma il 20 marzo con “Io, archivio. Un metodo per organizzare i ricordi” e l’8 maggio con “Dillo con una miniatura”, gioco con le immagini, dai libri antichi all’era digitale.