“La Scimmia” di e con Giuliana Musso questa sera a Pieve di Cento (BO)

PIEVE DI CENTO (BO) – Venerdì 8 novembre 2019 (ore 21, Teatro Alice Zeppilli, piazza A. Costa 17, Pieve di Cento – BO) l’attrice e drammaturga Giuliana Musso, presenta La Scimmia, il suo nuovo emozionante lavoro, nell’ambito di Agorà, la rassegna teatrale itinerante, nei comuni della Unione Reno Galliera nella Area metropolitana di Bologna, con la direzione artistica di Elena Di Gioia.

La Scimmia, liberamente ispirato al racconto Una Relazione per un’Accademia di Franz Kafka rivive oggi, dopo cent’anni, in una nuova riscrittura di Giuliana Musso, considerata una delle figure più rappresentative del teatro di narrazione e d’indagine. Un essere per metà scimmia e per metà uomo appare sul palcoscenico. È un vero fenomeno: un animale che parla, canta e balla. Un buffone, un mostro comico. La scimmia si rivolge ad un auditorio di illustri Accademici, all’alta società del pensiero e della scienza e racconta la sua storia. Scimmia libera, unica sopravvissuta di una battuta di caccia, catturata, ingabbiata e torturata, non può fuggire e per sopravvivere alla violenza sceglie l’adattamento: imita gli umani che l’hanno catturata, impara ad agire e a ragionare come loro. La scimmia dunque deve dimenticare la vita nella foresta, rinunciare a sé stessa, ignorare la chimica del proprio corpo e così imparare. Imparare il nostro linguaggio. Impara ad ignorare l’esperienza, a pensare senza sentire. La Scimmia è il racconto di una strategia di sopravvivenza che prevede la perdita di sé stessi e del proprio sentire nel corpo. Così lo spettacolo nelle parole dell’autrice: In questa mia scrittura la trasformazione della scimmia in umano diviene chiara metafora dell’iniziazione dell’individuo al sistema culturale patriarcale. La conquista della razionalità è descritta come perdita di sé, di autenticità, di coerenza, perché è una razionalità che essenzialmente reprime i bisogni primari degli individui.

Giuliana Musso, classe 1970, vicentina d’origine e udinese d’adozione. Attrice, ricercatrice, autrice, Premio della Critica 2005, Premio Cassino Off 2017 e Premio Hystrio 2017 per la drammaturgia, è tra le maggiori esponenti del teatro di narrazione e d’indagine: un teatro che si colloca al confine con il giornalismo d’inchiesta, tra l’indagine e la poesia, la denuncia e la comicità. Una poetica che caratterizza tutti i suoi lavori: una prima trilogia sui “fondamentali” della vita, Nati in casa, Sexmachine e Tanti Saluti (nascita, sesso e morte), e poi un viaggio nella distruttività del sistema patriarcale con La città ha fondamenta sopra un misfatto (ispirato a Medea.Voci di Christa Wolf), La Fabbrica dei preti (sulla vita e la formazione nei seminari italiani prima del Concilio Vat. II) e Mio Eroe (la guerra contemporanea nelle voci di madri di militari caduti in Afghanistan), testo tradotto e presentato anche a New York all’interno di Italian Playwright Project. Dal 2008 la sua casa artistica è La Corte Ospitale di Rubiera (RE). Ha appena debuttato il suo nuovo spettacolo La Scimmia.

La Stagione Agorà è promossa da Unione Reno Galliera con il contributo di Regione Emilia-Romagna, direzione artistica Elena Di Gioia. Produzione Associazione Liberty e Unione Reno Galliera. Al centro di Agorà un articolato progetto di teatro diffuso: spettacoli, laboratori, incontri, nuove creazioni e condivisioni con artisti della scena contemporanea, nei teatri e nei luoghi diffusi di otto comuni della Unione Reno Galliera (Argelato, Bentivoglio, Castel Maggiore, Castello d’Argile, Galliera, Pieve di Cento, San Giorgio di Piano, San Pietro in Casale) nella Area metropolitana di Bologna.

Main sponsor Unipol Gruppo e Hera

Sponsor Coop Alleanza 3.0, Coop Reno, Gruppo Camst, Società Dolce, Ariostea Broker, Lachiter, Borghi Impianti oleodinamici S.p.a., Emil Banca, Energy Group, Roboqbo, Gelateria G7, ASA Azienda Servizi Ambientali S.C.p.A.

Agorà

4° EDIZIONE stagione teatrale 2019-2020

Venerdì 8 novembre 2019 – ore 21
Teatro Comunale Alice Zeppilli – piazza A. Costa 17- Pieve di Cento (Bologna)

LA SCIMMIA
di e con Giuliana Musso
testo originale di Giuliana Musso
liberamente ispirato al racconto Una Relazione per un’Accademia di Franz Kafka
traduzione e consulenza drammaturgica di Monica Capuani
musiche originali composte ed eseguite da Giovanna Pezzetta
assistente alla regia Eva Geatti
costumi Emmanuela Cossar
trucco Alessandra Santanera
produzione musicale Leo Virgili
produzione La Corte Ospitale
coproduzione Operaestate Festival Veneto

Per informazioni:

Dal lunedì al sabato dalle 10 alle 13

Telefono, WhatsApp e SMS: 333.8839450

e-mail: biglietteria.teatri@renogalliera.it

Per il programma completo:

www.stagioneagora.it

Biglietti: Intero: € 12, Ridotto : € 10, Under 18 anni: € 5 Vendita on line di biglietti interi e ridotti sul sito www.vivaticket.it e nei punti vendita vivaticket