La rete EUniverCities diventa social

13

On line il nuovo sito e la nuova pagina Instagram della rete europea di cui Parma è capofila, con Comune e Università

PARMA – Sono on line il nuovo sito e la nuova pagina Instagram di EUniverCities: due luoghi virtuali in cui trovare tutte le novità relative alla rete EUniverCities, cui Parma partecipa con il Comune e l’Università.

EUniverCities è una rete europea, lanciata nel 2012, in cui città di medie dimensioni e le loro università collaborano per dare maggiore visibilità alle città in Europa e sostenere lo sviluppo di città universitarie.

La rete ha lo scopo di scambiare e diffondere le conoscenze, le competenze e l’esperienza sulla cooperazione città-università nell’Europa urbana ed è stata ispirata dalla strategia EU2020 sulla crescita intelligente, sostenibile e inclusiva, che attribuisce grande importanza alla conoscenza, all’innovazione e alla tecnologia. La volontà è quella di favorire uno sviluppo coordinato di città universitarie moderne e in grado di rispondere armonicamente ai bisogni di una nuova generazione di cittadini, studenti e ricercatori.

I partner attuali della rete sono Aveiro, Exeter, Gand, Innsbruck, Losanna, Linköping, Lublin, Magdeburg, Malaga, Norrköping, Parma, Timișoara, Trondheim e Turku.

Attualmente Parma è la capofila delle città appartenenti alla rete. Il Segretariato è condotto congiuntamente da un gruppo di lavoro formato da rappresentanti del Comune e dell’Università.

La pagina http://eunivercitiesnetwork.com/ si trasforma in questo modo in un sito completo e articolato in cui è possibile reperire informazioni e news riguardo alla rete. Il sito prevede una zona centrale dedicata a tutti gli aggiornamenti della rete, alla presentazione delle città partner e alla descrizione degli eventi svolti e di quelli futuri.

Soddisfazione per i passi avanti della rete e per sito e pagina Instagram è stata espressa dall’assessore ai Rapporti con l’Università Marco Ferretti, dal consigliere incaricato al Welfare dello studente universitario Leonardo Spadi e dalla Pro Rettrice alla Didattica Sara Rainieri.