La “Meravigliosa e funesta storia di Gesualdo da Venosa” raccontata da Stefano Caracciolo

43

Giovedì 18 marzo 2021 alle 17 in diretta video sul canale youtube dell’Ariostea

FERRARA – Proporrà un’analisi psicobiografica di Gesualdo da Venosa, “principe, madrigalista e assassino”, la conferenza a cura di Stefano Caracciolo, docente di Psicologia dell’Università di Ferrara, in programma giovedì 18 marzo 2021 alle 17 in diretta video sul canale youtube dell’Ariostea (link per accedere: 

https://cronacacomune.musvc2.net/e/t?q=9%3d9hRZDg%268%3dW%26v%3dYVZDc%26A%3dYDa%26G%3dD2RBO_zyov_A9_Dwax_NB_zyov_0DIS5.WAQ2SxA.kM9_NY1l_XnA47vL1H_zyov_0Dqi9_94FLonpAu3mBclT1g7i9wVho%26B%3d9Q1TyX.vCF%26E1%3dYOXGh).

L’appuntamento è inserito nel ciclo di incontri ‘Anatomie della mente’, organizzato per il 14° anno dalla Biblioteca comunale Ariostea in collaborazione con la Sezione di Neurologia, Psicologia e Psichiatria del Dipartimento di Neuroscienze dell’Università di Ferrara.

LA SCHEDA (a cura degli organizzatori)
Con il consueto taglio psicologico che è solito dare ai propri incontri, Stefano Caracciolo, ordinario di Psicologia della nostra Università, presenterà un personaggio di grande fascino, Gesualdo da Venosa (1566 -1613), marito di Eleonora d’Este. Appartenente alla nobile famiglia napoletana dei Gesualdo, è stato principe di Venosa, conte di Conza e signore di Gesualdo. Il suo nome è però legato principalmente alla musica: eccelse, infatti, nella musica polifonica, fu compositore di madrigali e di musica sacra. È considerato uno dei principali innovatori del linguaggio musicale e, da alcuni, il più importante madrigalista del suo tempo. Gesualdo ebbe un grande peso nella scena musicale a lui contemporanea e, a partire dal XX secolo, ispirò, oltre ad alcuni compositori moderni, anche la realizzazione di fiction e drammi musicali. Accanto alla carriera artistica, Gesualdo acquistò anche la triste fama di assassino. Si macchiò infatti del delitto della prima moglie (nonché cugina) Maria d’Avalos con il di lei amante, Fabrizio Carafa. Delitti per i quali fu assolto per “causa giusta”.
La vicenda storica, sulla base delle fonti pervenute, ci introduce ad una analisi psicobiografica della personalità, della vita e dei comportamenti di Gesualdo, che dalla terribile vendetta con l’uccisione dei due amanti fu poi schiacciato nel senso di colpa che lo accompagnò per tutta la vita. Un delitto d’onore, lecito per l’epoca tanto da non averne conseguenze ma in cui la sua coscienza stessa lo condannò, costringendolo ad un percorso spirituale ed artistico in cui la musica divenne l’unica strada da percorrere unico strumento per sublimare la profondissima sofferenza.

Scarica il programma di  Anatomie della mente 2021   

► Fino al termine della situazione emergenziale tutti gli incontri culturali dell’Ariostea si svolgeranno in diretta video, nell’orario indicato, sul canale youtube della Biblioteca comunale (https://www.youtube.com/channel/UC1_ahjDGRJ3MgG45Pxs90Bg) oppure tramite il link alla homepage del Servizio Biblioteche e Archivi (http://archibiblio.comune.fe.it).

Il programma completo degli appuntamenti culturali della biblioteca comunale Ariostea di Ferrara alla pagina: http://archibiblio.comune.fe.it