La Festa della Legalità 2021 punta l’attenzione su diritti e responsabilità

7
festa legalita e responsabilita 2021 ferrara presentazione in municipio 18ottobre2021

Da venerdì 22 (ore 16) a domenica 24 ottobre 2021 in vari spazi della città di Ferrara

FERRARA – “Legalità, Responsabilità e Diritti” sono i temi al centro della XII edizione della Festa della Legalità, in programma da venerdì 22 a domenica 24 ottobre 2021. L’iniziativa è stata presentata lunedì 18 ottobre 2021 nella residenza municipale. All’incontro con i giornalisti sono intervervenuti il vicesindaco e assessore alla Sicurezza Nicola Lodi; l’assessore alle Politiche Giovanili Micol Guerrini; i membri dell’organo del Garante per la Disabilità Carlos Dana e Davide Conti; la referente dello spazio adolescenti della Biblioteca Casa Niccolini Wally Panizzolo; la presidente di Arci Ferrara Francesca Audino; il vicepresidente del Consorzio Factory Grisù Daniele De Rosa; Anna Lugaresi del Centro di Mediazione del Comune di Ferrara.

“Tre giorni bellissimi e importanti – ha sottolineato il vicesindaco e assessore alla Sicurezza Nicola Lodi – per un’iniziativa che come amministrazione abbiamo iniziato a curare due anni fa, con l’obiettivo di ampliare lo sguardo su tutte le tematiche legate a questi temi e di allargare la partecipazione a tutte le associazioni che possono dare il loro contributo. L’idea nuova è stata quella di inserire il concetto di diritto come elemento da valorizzare. Ricordo poi l’appuntamento di sabato 23 ottobre alle 9, che è dedicato a ‘Illegalità d’esportazione’ con la presenza del questore, della docente Fiamma Terenghi dell’Università di Trento e della giornalista Floriana Bulfon, dove si parlerà di evidenze investigative e ricerche scientifiche che riguardano la micro e la macro criminalità straniera organizzata”.

L’assessore alle Politiche Giovanili Micol Guerrini ha ricordato l’appuntamento di venerdì 22 ottobre alle 16, dedicato al rapporto dei giovani con l’immagine sui social “dove l’obiettivo è quello di dare pillole informative ai ragazzi e ai genitori in merito all’utilizzo di questi nuovi e potenti canali di comunicazione”.

Il rappresentante dell’Associazione nazionale mutilati e invalidi civili Anmic Ferrara nonché membro dell’organismo di Garante per la Disabilità Carlos Dana ha poi lanciato la sfida a partecipare e diffondere più informazione possibile su un appunatmento che – ha fatto notare – “mette insieme due tabù dei quali si ha sempre imbarazzo a parlare e che quando vengono associati sono più che mai scottanti come quello di ‘Disabilità e sessualità’. Anziché spiegare il contenuto di un incontro, che vuole aprire la strada per il riconoscimento di un diritto, chiedo a ciascuno di voi se ritente che il sesso sia un elemento importante nella vostra vita e quanto ritenete che conti, tra le priorità della vostra esistenza, ricevere e dare affetto? È fondamentale dare visibilità a questo appuntamento, perché più Comuni virtuosi accetteranno questa sfida e più riusciremo a miglirare una situazione che in alcuni paesi stranieri è diventare parte della consapevolezza sociale”.

Programma:
– venerdì 22 ottobre, ore 16, Factory Grisù (via Poledrelli 21, Ferrara)  – “I giovani sui social”;
– venerdì 22 ottobre, ore 18, Factory Grisù (via Poledrelli 21, Ferrara) – “Disabilità e sessualità”;
– venerdì 22 ottobre, ore 21, Factory Grisù (via Poledrelli 21, Ferrara – proiezione del film “Because of my body”;
– sabato 23 ottobre, ore 09, Sala del Consiglio Comunale del Comune di Ferrara (piazza Municipio 2, Ferrara) – “Illegalità d’esportazione”;
– sabato 23 ottobre, ore 15, Biblioteca per ragazzi Casa Niccolini (via Romiti 13, Ferrara) – “Disarmiamo le mafie. Il nostro viaggio. Presentazione del calendario della legalità”;
– domenica 24 ottobre 2021, ore 10.30, campo polivalente (Parco Marco Coletta, Ferrara), torneo di calcetto quadrangolare dal titolo “LeGADlità”.
L’ingresso a tutte le iniziative è libero, con green pass.

LA SCHEDA a cura degli organizzatori – La Festa della Legalità e della Responsabilità si presenta, da dodici edizioni, come un punto di riferimento e di elaborazione culturale per la città di Ferrara.

La Festa è organizzata dal Comune di Ferrara (Ufficio Sicurezza Urbana/ Centro di Mediazione) e realizzata grazie ai contributi dell’Area Sicurezza urbana e legalità della Regione Emilia Romagna per l’anno 2021 che hanno finanziato il progetto “Legalità a Ferrara: percorsi, strumenti e metodi” (ex LR 24/2003 Testo Unico per la promozione della legalità e per la valorizzazione della cittadinanza e dell’economia responsabile).

La Festa è realizzata in collaborazione con il Coordinamento di Ferrara di Libera Associazioni, nomi e numeri contro le mafie, Ufficio Stampa del Comune di Ferrara, Avviso Pubblico – Enti Locali e Regioni per la Formazione Civile contro le mafie, Presidio di Libera del Centopievese, Garante per la Disabilità del Comune di Ferrara,  Biblioteca Casa Niccolini del Comune di Ferrara, Factory Grisù, Hangar Birrerie.
L’edizione di quest’anno presenta una particolarità importante, che la caratterizza fortemente: si è scelto infatti  di approfondire il focus, legando tra loro in modo indissolubile i concetti di legalità, responsabilità  e diritti. E’ infatti responsabilità sia dei singoli cittadini che delle istituzioni riflettere su quegli ambiti in cui il rapporto tra questi tre concetti fondamentali è ancora incerto e influenza negativamente l’esistenza di tante persone.

È questa infatti la motivazione alla base di due dibattiti che caratterizzano la giornata di venerdì  22 ottobre, a Factory Grisù (Via Poledrelli 21). Alle 18, dopo i saluti istituzionali di Nicola Lodi (Vicesindaco) e Cristina Coletti (Assessore alle Politiche Sociali) si affronterà, insieme a Max Ulivieri (ideatore e responsabile del progetto Lovegiver.it) e il Garante per la Disabilità del Comune di Ferrara, Carlos Dana, l’avvocato Federico Donelli e la psicoterapeuta Paola Perini, il tema del “diritto alla salute e al benessere psicofisico e sessuale” per le persone disabili, in un’iniziativa dal titolo: “Disabilità e sessualità: la strada (accidentata) per il riconoscimento di un diritto”.

Si approfondirà l’esperienza dell’ O. E .A.S. (Operatore all’assistenza all’emotività, all’affettività e alla sessualità), figura professionale che supporta le persone diversamente abili a sperimentare l’erotismo e la sessualità, oltre che all’affettività. A oggi, tale professionalità non viene ancora riconosciuta dal punto di vista legislativo (e per questo interverrà l’avvocato Federico Donelli), al contrario di altri paesi europei, creando di fatto “l’emarginazione affettiva e relazionale che etichetta le persone con disabilità, sia di carattere fisico che di natura psichica, come eterni bambini (…) violando con ciò diritti costituzionalmente garantiti.” (Ddl S. 1442).

Sarà presente anche Caterina Di Loreto, OEAS formata, per parlare della sua esperienza in prima persona.
Dopo l’apericena presso Hangar Birrerie, alle 21, con l’introduzione di Max Ulivieri e Carlos Dana, verrà proiettato il film “Because of my body” di Francesco Cannavà, in cui si documenta appunto, tramite l’esperienza di Claudia, l’approccio con un lovegiver e tutte le scoperte e le difficoltà di questa esperienza. Si consiglia la visione ad un pubblico adulto. Sarà presente il regista.

Alle 16,  invece, sempre a Factory Grisù (Via Poledrelli 21) il “fil rouge” legalità – responsabilità- diritti riguarderà i giovani e l’uso consapevole e responsabile delle immagini sui social. Organizzato grazie alla collaborazione con l’U.O. Nuove Generazioni dell’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Ferrara. L’iniziativa “I giovani sui social tra legalità e responsabilità: istruzioni per l’uso” intende, attraverso un approccio dinamico e interattivo, consegnare agli educatori e ai genitori delle “pillole di conoscenza” e “approcci pratici” per districarsi nel mondo dell’utilizzo delle immagini e sulle conseguenze legali e psicologiche che porta con sé. Introdotti dal noto comico e attore Gianni Fantoni, saranno presenti Sabina Tassinari, Responsabile U.O. Nuove Generazioni Comune di Ferrara, Rita Bertoncini (CNA Ferrara), Nicola Minelli (Associazione Oltre le Mura), Mario Zappaterra (Area Giovani Comune di Ferrara) e Cristiano Romani (Cooperativa Il Piccolo Principe).

Sabato 23 ottobre, invece, nella nella Sala del Consiglio Comunale (piazza Municipio 2, Ferrara) è in programma il seminario di formazione rivolta ai giornalisti ma aperta a tutti i cittadini interessati “Illegalità d’esportazione: le dinamiche della micro e macro criminalità organizzata straniera nelle cronache giornalistiche alla luce di ricerche scientifiche ed evidenze investigative. Dati, deontologia, esperienze”. L’iniziativa è a cura dell’Ordine Giornalisti e della Fondazione Giornalisti dell’Emilia-Romagna in collaborazione con il Comune di Ferrara – Ufficio Stampa.

Saranno presenti la ricercatrice Fiamma Terenghi, che relazionerà sull’aggiornamento della ricerca che riguarda “Gruppi criminali nigeriani in Italia: focus aggiornato Ferrara ed Emilia-Romagna”, ricerca già presentata in occasione del 21 marzo “Giornata della memoria e dell’impegno in memoria delle vittime innocenti di tutte le mafie”,  aggiornata con gli ultimi fatti di cronaca giudiziaria alla luce del processo sul clan mafioso Vikings, in corso presso il Tribunale di Bologna.
Interverrà anche la giornalista Floriana Bulfon e Giovanni Rossi, presidente dell’Ordine dei Giornalisti dell’Emilia Romagna. Coordina il seminario Alessandro Zangara, Responsabile Ufficio Stampa del Comune di Ferrara.
Sarà presente inoltre anche il Questore Cesare Capocasa che, insieme al Vicesindaco Nicola Lodi, premierà il “Cittadino Responsabile 2021”.

Sabato 23 ottobre alle 15, alla Biblioteca Comunale per ragazzi “Casa Niccolini” (via Romiti 13, Ferrara), si terrà invece l’iniziativa: “Disarmiamo le mafie. Il nostro viaggio.  Presentazione del calendario della legalità”, tappa finale di “Disarmiamo le mafie”, percorso svolto durante l’a.s. 2020/21 dal Coordinamento di Ferrara di Libera Associazioni, nomi e numeri contro le mafie in collaborazione con il Coordinamento per l’Emilia-Romagna di Libera, l’IIS Remo Brindisi e l’IIS Carducci. Il percorso ha coinvolto più di 100 studenti sull’intero territorio ferrarese. “Disarmiamo le mafie” si è svolto nell’ambito di conCittadini 2021, progetto regionale di cittadinanza responsabile promosso dall’Assemblea Regionale Emilia Romagna.

Alla Biblioteca Casa Niccolini, inoltre, al piano terra, sarà esposto un percorso  bibliografico per l’educazione e la diffusione della legalità: nella convinzione che le storie abbiano un ruolo fondamentale nella comprensione della realtà e siano strumenti utili anche per promuovere i valori della giustizia, della responsabilità, della libertà, della legalità, tra le giovani generazioni. La bibliografia tematica presenterà contributi di vario genere: libri (fumetti, graphic novel, biografie, romanzi, albi illustrati) e film; sarà esposta dal 23 ottobre 2021 al 6 novembre 2021.

Non poteva mancare, infine, lo sport, come presidio di legalità. Domenica 24 ottobre, alle 10.30, presso il Campo Polivalente del Grattacielo, dopo il “calcio d’inizio” dell’assessore allo Sport Andrea Maggi, si terrà il torneo di calcetto quadrangolare dal titolo “LeGADlità”.