La comandante Isotta Macini: “Controllo, presenza e visibilità sul territorio. La polizia locale dovrà avere lo stile di Riccione”

4
Insediamento Isotta Macina coi sindaci Daniela Angelini Fabrizio Piccioni e Gianluca Ugolini

RICCIONE (RN) – “Il mio obiettivo più ambizioso? Vorrei che i nostri concittadini diventassero sempre più orgogliosi della propria polizia locale”. Sono le parole Isotta Macini, da lunedì ufficialmente insediata come nuova dirigente del Corpo di polizia intercomunale di Riccione, Misano e Coriano.

Ieri la comandante, durante una cerimonia in cui è apparsa piuttosto emozionata, ha incontrato i tre sindaci Daniela Angelini, Fabrizio Piccioni e Gianluca Ugolini insieme all’assessore alla Polizia locale del Comune di Riccione Oreste Capocasa e agli agenti del corpo di Riccione.

“La conoscenza del territorio e la conoscenza della macchina amministrativa di Isotta Macini ci hanno messo tutti d’accordo”, hanno detto i tre sindaci ieri al comando che ha sede in via Empoli a Riccione.

Macini: “Agenti in mezzo alla gente e molto visibili”

“Considero la polizia locale una grande risorsa per un territorio – ha detto Macini – e mi ha gratificato molto il valore che l’amministrazione comunale di Riccione ha ritenuto di dare al nostro personale”. Tra gli impegni che Isotta Macini si sente di assumere c’è quello di lavorare per avere “un corpo di polizia locale presente sul territorio e vicino alla gente. I nostri agenti si devono fare vedere. Mi sento una comandante di strada: sono nata dalla strada e vorrei che il mio personale fosse orgoglioso di stare in mezzo alla gente. L’organizzazione del personale sarà proprio in funzione di assicurare controllo, presenza e visibilità sul territorio”.

Macini intende lavorare per “rinforzare ulteriormente lo spirito di corpo”. Agli agenti chiederò di sentirsi parte di un gruppo perché è solo attraverso la coesione che si possono garantire risultati migliori. Chiederò, soprattutto, di essere leali e disponibili. L’obiettivo a cui miro è che i cittadini si possano sentire orgogliosi della propria polizia locale”.

La comandante: “La polizia locale dovrà avere lo stile del brand della città”

Sempre in tema di organizzazione del personale, la comandante osserva il “già molto elevato livello degli agenti, merito del lavoro del comandante che mi ha preceduta, Achille Zechini, e delle donne e degli uomini che anche negli ultimi sei mesi – quando Macini ha guidato il comando come vicaria dopo che Zechini è andato in pensione – hanno mostrato una grandissima professionalità”.

Oltre a dovere adattare l’organizzazione del lavoro in funzione dei diversi servizi da offrire alla città in estate e inverno, Macini non si accontenterà di guidare “un corpo di polizia locale qualunque: la nostra polizia locale dovrà distinguersi per stile. In particolare, Riccione è un brand: gli agenti dovranno esserne conseguenti”.

La carriera di Isotta Macini

Riccionese, 57 anni, Isotta Macini è in servizio presso la polizia locale di Riccione dal 1988 dove ha ricoperto diversi ruoli: da agente fino a ispettore. Esperta di Diritto della circolazione stradale e infortunistica, nel 2021 è stata  nominata vicecomandante del corpo di polizia dei comuni di Riccione, Misano e Coriano dove ha ricoperto anche il ruolo di Responsabile del presidio di polizia locale del comune di Misano Adriatico. Il Corpo di polizia intercomunale di Riccione, Misano e Coriano ha un organico che raggiunge oltre 100 uomini per una comunità complessiva di circa 60.000 residenti che si moltiplica con l’afflusso turistico estivo sui suoi quasi 90 chilometri quadrati di territorio.