Istituzione Bologna Musei: i contenuti disponibili on line

91

Le iniziative dell’Area Arte Antica, dell’Area Musica e dell’Area Patrimonio industriale e cultura tecnica

BOLOGNA – L’Istituzione Bologna Musei continua nell’impegno per la divulgazione del proprio patrimonio culturale attraverso le tecnologie digitali per non interrompere il contatto del pubblico con l’arte e la cultura nel difficile periodo di emergenza Coronavirus che impone la chiusura delle sedi espositive fino al 3 aprile 2020.

Incremento nella creazione di contenuti testuali e video, consultazione online di sezioni, percorsi tematici e cataloghi delle opere, virtual tour, libero scaricamento di pubblicazioni didattiche per i più piccoli, dirette Facebook sono alcune delle azioni intraprese negli ultimi giorni per incoraggiare il dialogo con gli utenti, cui presto ne seguiranno altre.

Le differenti azioni di valorizzazione integrata tra i siti web e i social media dei singoli musei, in coordinamento con il sito web www.museibologna.it e il profilo Instagram @bolognamusei dell’Istituzione Bologna Musei, si orientano verso una linea narrativa condivisa: raccontare la ricchezza e la varietà delle collezioni permanenti temporaneamente non accessibili e il “backstage” di quello che accade nei musei durante i giorni di chiusura forzata, attraverso le immagini degli operatori in servizio dal posto di lavoro o dalle proprie abitazioni.

Di seguito completiamo la presentazione delle attività già avviate e quelle di imminente realizzazione, promosse dalle altre tre delle sei Aree disciplinari in cui si articola l’Istituzione Bologna Musei: Area Arte antica, Area Musica e Area Patrimonio industriale e cultura tecnica.

Oltre che sui siti web dei singoli musei, tutte le iniziative sono consultabili anche su www.museibologna.it.

#iorestoacasa #laculturanonsiferma #aportechiuse #apertiaportechiuse

Imago splendida. Capolavori di scultura lignea a Bologna dal Romanico al Duecento
Veduta di allestimento presso Museo Civico Medievale, Bologna, 2019
Foto Giorgio Bianchi | Comune di Bologna