Intrecci Etici: la rivoluzione della moda etica in Italia

3

Rimini, martedì 26 ottobre, ore 18.00 al Cinema Teatro Tiberio. Ingresso libero

RIMINI – Il settore della moda ha un impatto decisamente importante nella sostenibilità ambientale, sia in termini di produzione di CO2, sia per l’eccessivo sfruttamento dell’acqua. Le Nazioni Unite stimano che oltre il 20% dell’inquinamento idrico globale possa essere ricondotto al settore tessile, per la mancata depurazione dell’acqua impiegata nel ciclo produttivo, e per le microplastiche che si liberano durante il lavaggio delle fibre sintetiche (nylon, poliestere, acrilico).

La filiera del così detto fast fashion, caratterizzata da sub appalti e terzismo, nasconde molte ombre dal punto di vista dell’equità dei salari, della sicurezza dei lavoratori, della trasparenza offerta al consumatore finale. Situazione ulteriormente aggravatasi durante la pandemia da Covid19, durante la quale la cancellazione di ordini, il fallimento degli appaltatori intermedi e la riduzione dei prezzi, hanno peggiorato le condizioni dei lavoratori e la loro capacità di contrattazione collettiva.

Tuttavia, da alcuni anni, anche in Italia iniziano a diffondersi buone pratiche e nuove iniziative di impresa caratterizzate da etica e sostenibilità: la produzione di fibre e tessuti in modo sostenibile, il riciclo di fibre o il riuso di materiale di scarto in nuovi prodotti, l’impiego attivo di persone fragili. Intrecci Etici ci racconta proprio questo, la lenta ma progressiva rivoluzione della moda etica in Italia.

Prodotto da LUMA, Lucia Mauri e Lorenzo Malavolta, registi e video-maker, hanno lanciato questo progetto come raccolta fondi su Produzioni dal basso, con l’idea di raccontare con delicatezza storie autentiche di aziende, persone, artigiani che credono che un’altra economia sia ancora possibile.

Lucia e Lorenzo saranno presenti con noi alla proiezione.

pachamama-rimini.org

equogarantito.org

Da oltre 25 anni, Pacha Mama propone a Rimini iniziative di commercio equo e solidale, sensibilizzando il territorio, le scuole e le istituzioni sui temi del consumo responsabile, del rispetto delle persone e dell’ambiente in tutte le attività produttive.

Equo Garantito, già Assemblea Generale Italiana del Commercio Equo e Solidale, è un soggetto partecipato e aperto che definisce i principi del commercio equo in Italia, con un sistema di garanzia e monitoraggio che certifica le attività degli associati rispetto ai principi internazionali fair trade, e promuove campagne di approfondimento e sensibilizzazione sui temi collegati.