Incontri, Il contest di scrittura prosegue fino a luglio

31

Tre mesi per partecipare al concorso letterario e uno spunto: il racconto di Matteo B. Bianchi

PIACENZA – Sono passati 4 mesi dagli appuntamenti del festival “Incontri. Lettura, scrittura e fragilità”, un evento creato da Asp Città di Piacenza insieme ad Officine Gutenberg, ma il ricordo è ancora vivo in attesa di una seconda edizione. Ma non solo il ricordo è ancora presente, ma lo è anche il contest di scrittura dal titolo “Incontri ravvicinati di un diverso tipo” che il festival ha portato con sé.

Il tema al centro del concorso è l’incontro con la diversità e così a chi si cimenterà nella scrittura, l’organizzazione chiede un testo di massimo di 10.000 battute in cui viene raccontato, oppure immaginato, il proprio contatto con il mondo della disabilità.

La novità di oggi, a causa della situazione generale che ha colpito il nostro paese, è che il termine per partecipare a “Incontri ravvicinati di un diverso tipo” è stato spostato al 31 luglio. I testi devono essere mandati alla mail comunicazione@officinegutenberg.it., per poi essere raccolti in un libro edito da Edizioni Officine Gutenberg.

Il racconto di Matteo B. Bianchi. Un esempio per i provetti scrittori

Uno spunto per chi si vuole cimentare nella scrittura, ci viene dal testo “Pietro in diretta” di Matteo B. Bianchi, tratto dal progetto “Diritti senza rovesci” promosso dall’Inail. Autore e scrittore, Matteo B. Bianchi comincia a scrivere già da giovanissimo passando dalle fanzine, alle prime pubblicazioni, fino ad arrivare alla televisione. Le sue opere, tra antologie, narrativa e racconti vari, sono arrivate ad essere oltre 30 ed oggi per dare una idea a tutti quelli che vogliono partecipare a “Incontri ravvicinati di un diverso tipo”, potete andare a leggere sul sito di Edizioni Officine Gutenberg, grazie alla gentile concessione dello stesso Bianchi, il suo racconto “Pietro in diretta”, un testo che risale al 2008 e che parla di un ragazzo, Pietro, che nella sua diversità vive una vita come la nostra, tra momenti di leggerezza e altri di grossa difficoltà.

Il Festival “Incontri. Lettura, scrittura e fragilità”

Il festival “Incontri. Lettura, scrittura e fragilità” è nato su ideazione di Asp Città di Piacenza nell’ambito delle attività di sensibilizzazione sul tema disabilità affidatele dal Comune di Piacenza. La realizzazione concreta è stata affidata a Officine Gutenberg. Si è percorsa la strada della collaborazione con tutte le realtà che si occupano di handicap a Piacenza e particolarmente significativo è risultato l’apporto dell’Associazione William Bottigelli Onlus e della Fondazione Pia Pozzoli “Dopo di noi” Onlus.