InChiostro all’Arena del Sole di Bologna: programma dal 2 al 4 luglio

45
Sonja-FedericaTardito-compagniatardiorendina-ph.Andrea Macchia

BOLOGNA – Prosegue la rassegna di spettacoli e appuntamenti estivi a cura di Emilia Romagna Teatro ERT / Teatro Nazionale InChiostro, che animerà il Chiostro del Teatro Arena del Sole di Bologna ogni martedì, mercoledì e giovedì alle ore 21.30 fino all’11 luglio.

Il progetto è parte di Bologna Estate 2024, il cartellone di attività promosso e coordinato dal Comune di Bologna e dalla Città metropolitana di Bologna – Territorio Turistico Bologna-Modena.

Martedì 2 luglio va in scena Drone tragicoVolo sull’Orestea della compagnia Teatrino Giullare, che continua il suo lavoro di ricerca profonda dei linguaggi affrontando il digitale, senza mai abbandonare la propria impronta di raffinato artigianato che ne distingue le creazioni teatrali. Dopo l’opera video Diario dei giorni felici realizzata in stop motion durante la pandemia, Teatrino Giullare torna a esplorare le possibili combinazioni tra teatro e arte visiva, questa volta però attraverso il viaggio, popolando i paesaggi percorsi con maschere misteriose realizzate appositamente. Sulle tracce dell’Orestea di Eschilo, nelle trame delle parole tradotte da Pier Paolo Pasolini e insieme alle musiche della band finlandese Cleaning Women, utilizzando una videocamera a 360 gradi, un drone e le maschere, prende vita un gioco sui punti di vista.

Mercoledì 3 luglio l’appuntamento è con Theatre for Democracy, la rete europea dedicata alla nuova drammaturgia, per presentare il testo Rexit! di Valentijn Dhaenens, Vincent Stuer & Bruno Vanden Broecke, commissionato dal KVS di Bruxelles. Le letture sono affidate a Stefano Moretti e Jacopo Trebbi, mentre l’incontro successivo è moderato dalla docente di Letteratura inglese, studi di genere, storia della cultura dell’Università di Bologna Rita Monticelli e vede ospite il giornalista e critico letterario Marino Sinibaldi.

È il 1940 e la Germania dichiara guerra al Belgio: per poter continuare la lotta contro il nazifascismo, il governo belga si trova costretto a fuggire dal paese. Tuttavia il Re Leopoldo III, comandante in capo dell’esercito, sembra introvabile e irraggiungibile. Finalmente, dopo varie ricerche, si viene a sapere che si è nascosto nel Castello di Wijnendaele a Torhout, con l’intenzione di non andarsene dal proprio Stato. Il ministro degli affari esteri Paul Henry Spaak gli fa visita per convincerlo all’esilio per il bene del popolo belga. In tre conversazioni, durante e dopo la guerra, emergono le ambiguità del potere e del suo esercizio a fini personali, per riflettere sui temi del nazionalismo, della corruzione e delle derive ideologiste. Evento nell’ambito del Patto per la Lettura di Bologna.

Giovedì 4 luglio, nell’ambito di CARNE focus di drammaturgia fisica, il danzatore Federica Tardito, accompagnato nella creazione da Aldo Rendina, presenta Sonja: una soggettiva sul personaggio di Sonja, un viaggio che si situa tra le pagine scritte dell’opera Zio Vanja di Anton Čechov. In scena viene evocato il mondo di una donna, dai delicati moti dell’anima a un amore non corrisposto. Il personaggio, arrestandosi sulla soglia della narrazione, ne prende distanza per farsi vicina alla dimensione interiore e dar voce alla parte invisibile. «Con non poco tragicomico coraggio – scrive Tardito – ho avanzato i primi passi verso la sua figura dai desideri mancati, dallo sguardo rivolto verso il cielo e ho scorto una sottilissima vena sospesa, in bilico, tra l’anelito al sublime e il suo inevitabile inciampo. La vicinanza al personaggio mi ha restituito un mondo inespresso, rimasto nei respiri, nel battito del cuore e nel silenzio, consegnando allo spazio una figura poetica, gentilmente scomposta».

La terza e ultima settimana prosegue con Scalare la montagna incantata di Arcivio Zeta in scena martedì 9 luglio; mentre mercoledì 10 luglio è in programma la terza lettura dei testi nell’ambito di Theatre For Democracy con Stefano Moretti e Jacopo Trebbi e ospite il giornalista Christian Raimo; infine giovedì 11 luglio è la volta di Par cœur By heart del danzatore Antonio Carta. 

InChiostro fa parte di Bologna Estate 2024, il cartellone di attività promosso e coordinato dal Comune di Bologna e dalla Città metropolitana di Bologna – Territorio Turistico Bologna-Modena.

Theatre for Democracy

È una rete di teatri europei – Emilia Romagna Teatro ERT / Teatro Nazionale (IT), KVS – Brussels (BE), Comédie – CDN de Reims (FR), Teatre Nacional de Catalunya – Barcelona (ES) – nata dall’esigenza di condividere esperienze per favorire dialoghi e scambi tra culture e tradizioni diverse. Dall’idea della scrittura come pratica capace di plasmare il mondo, il fulcro del progetto è dare voce alle nuove drammaturgie: dopo dibattiti e ricerche collettive, un/una autore/trice di ogni teatro è stato/a invitato/a a scrivere un breve testo sul tema scelto per il 2024: il fascismo. Ogni opera è stata tradotta in inglese e nelle tre lingue degli enti partner, con l’obiettivo di creare una biblioteca virtuale della Democrazia accessibile a tutti.

Nell’ambito di InChiostro vengono presentate le letture di quattro drammaturgie, seguite da un dibattito con studiosi ed esperti attorno ai temi dei testi. Gli incontri sono moderati da Rita Monticelli, docente di Letteratura inglese, studi di genere, storia della cultura dell’Università di Bologna.

Evento nell’ambito del Patto per la Lettura di Bologna.

Calendario 2-4 luglio

martedì 2 luglio ore 21.30

Drone tragico

Volo sull’Orestea

creato, interpretato e diretto da Teatrino Giullare

musiche Cleaning Women

maschere e costumi Cikuska

mercoledì 3 luglio ore 21.30

Theatre for Democracy 

Rexit!

testo di Valentijn Dhaenens, Vincent Stuer & Bruno Vanden Broecke

opera commissionata da KVS – Brussels

leggono Stefano Moretti e Jacopo Trebbi

segue incontro

con Marino Sinibaldi

modera Rita Monticelli

giovedì 4 luglio ore 21.30

Sonja 

liberamente ispirato alla figura di Sonja dall’opera Zio Vanja di Anton Čechov                                        

di e con Federica Tardito

accompagnamento alla creazione Aldo Rendina
compagnia Tardito/Rendina

nell’ambito di CARNE focus di drammaturgia fisica

INFO E PRENOTAZIONI

Teatro Arena del Sole – Via Indipendenza 44, Bologna

051 2910910, biglietteria@arenadelsole.it o presso il Teatro Arena del Sole

Orari apertura biglietteria: fino al 27 giugno, da martedì a sabato dalle 11.00 alle 14.00 e dalle 16.30 alle 19.00

dal 28 giugno, da martedì a sabato dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 17.00 alle 20.00 | nei giorni di spettacolo, apertura fino alle ore 21.30

Biglietti: euro 7 

In caso di maltempo contattare la biglietteria del teatro 

APERTURA CHIOSTRO E BAR CANTINELLA

Ingresso libero dal martedì al sabato dalle ore 19.

Nelle serate di spettacolo, riduzione del 10% al bar Cantinella per i possessori del biglietto. 

InChiostro

Teatro Arena del Sole

Via dell’Indipendenza 44 – Bologna

Dal 2 al 4 luglio

ore 21.30