In.NovaFert Ensemble in concerto il 3 ottobre per Festival Filosofia

16

MODENA – “Hangjàtékok!”… e le “macchine” si trasformano in “giochi di suoni”.

Il Festival di Filosofia prosegue quest’anno con nuovi eventi oltre-festival: le associazioni ARTyou e Tempio Modena propongono due concerti che vanno a completare il progetto Caleidoscopio – come le macchine riflettono l’arte.

Il primo tra questi è il concerto che si terrà sabato 3 ottobre alle ore 21, nel cortile del Tempio di Modena (nel teatro Tempio in caso di mal tempo), in viale Caduti in Guerra n. 196, e che vedrà i musicisti dell’ In.Nova Fert Ensemble di Bologna sperimentare e giocare con le musiche di B. Bartók, G. Kurtàg, F. Donatoni e R. Lupi.

Clara Cocco al flauto, Jacopo Cerepelloni alla fisarmonica, Livia Malosi Battignole e Diego Tripodi al pianoforte, con la direzione di Bernardo Lo Sterzo, e l’introduzione di Bernardo Pieri, cercheranno di rispondere alla domanda filosofica “musica degli strumenti o musica delle macchine?”.